PAGELLE Cosenza Benevento 1-0, la decide l’ex Camporese. Traversa di Brignola nel recupero.

163

Cosenza Benevento 1-0. E’ con una sconfitta che si conclude il recupero della 28a giornata di serie B, recupero che nel Sannio era visto come l’occasione di raggiungere il secondo posto in classifica. A rovinare i piani giallorossi ci ha pensato proprio un ex della gara, Michele Camporese, difensore centrale che all’87’ ha incocciato la palla di testa, mettendo la sfera alle spalle di un incolpevole Paleari. Veramente mortifero il centrale rossoblu che da quando ha lasciato il Sannio, in 5 confronti contro il Benevento ha segnato addirittura 3 reti, statistica assolutamente da non sottovalutare per uno che in carriera pensa più ad evitare le reti avversarie che a segnarle.

Camporese

Detto questo il Benevento ha disputato una prestazione nel complesso insufficiente, ha giocato giusto qualche minuto nella ripresa in coincidenza con l’ingresso in campo di Tello. Maggiori le occasioni da parte della squadra di mister Caserta, tutte però non sfruttate, incredibile la rete divorata da Farias nel primo tempo, a tu per tu con Matosevic, con palla calciata alta in curva. Il Benevento andato in svantaggio nel finale di gara, arriva anche a poter segnare l’1-1 in pieno recupero con un tiro a giro di sinistro di Brignola partito dal vertice alto dell’area cosentina e conclusosi sulla traversa.
Fallita l’occasione di lottare per la promozione diretta, il Benevento però è ancora in corsa per una buona posizione per disputare i playoff.

Paleari

PALEARI 6 – Non viene impegnato molto, ma in quel poco se la cava come suo solito. Incolpevole sul gol subito.

ELIA 6 – Inizio stentato con Shitum che lo impegna assiduamente, costringendo l’esterno a qualche errore di troppo. Porta però a termine la sua gara dignitosamente. [dal 72′ MONCINI 5,5 – Quasi mai servito, non riesce ad entrare nel vivo della partita, e quindi a non incidere]

BARBA 6 – Sempre sicuro sul suo avversario diretto, forse ha il torto di non andare a coprire Camporese al momento dello stacco vincente

Vogliacco

VOGLIACCO 5,5 – Ha la colpa di perdere Camporese nell’azione decisiva, eppure fino a quel momento non aveva affatto demeritato.

LETIZIA 6 – Non è al massimo della condizione e lo si nota nel momento in cui si tratta di accelerare per creare problemi alla difesa calabrese. Beninteso il suo lo dà sempre.

IONITA 6 – Fin quando resta in campo è uno dei più positivi della squadra, anche se da lui non ci si può aspettare il guizzo vincente: vedi l’azione a fine primo tempo. [dall’84’ BRIGNOLA SV – Prende un’incredibile traversa di sinistro, dal vertice alto dell’area al 90’+1′]

VIVIANI 6 – Nel primo tempo mette Farias a tu per tu con Matosevic, ma l’attaccante sbaglia il tiro. Nella ripresa sfiora il gol con un tiro di sinistro dai 20 metri, la palla però non scende in tempo.

ACAMPORA 6 – Molto al di sotto del suo rendimento abituale però è sempre presente nelle sporadiche azioni sannite che creano qualche grattacapo alla difesa avversaria. Ha anche la sfortuna di trovarsi di fronte un portiere che gli si para davanti anche nei momenti impensati.

IMPROTA 5 – Ha bisogno sicuramente di riposare e lo si nota chiaramente in più di un’occasione in cui manca di lucidità e di tocco vincente, ma il mister Caserta non sa rinunciare alla sua versatilità tattica e abnegazione.

FORTE 5 – Disputa una delle più insignificanti partite da quando è a Benevento. A sua discolpa il fatto di non ricevere passaggi adeguati. Per tutta la gara è alla mercé di Camporese e Rigione.

Farias

FARIAS 6 – Su un passaggio perfetto di Viviani, si divora un gol in area calciando alle stelle. Nonostante questo grande errore, Farias gioca la partita al suo meglio, facendo molto movimento in attacco, e rendendosi ben più pericoloso di Forte e Improta. [dal 63′ TELLO 6 – La sua entrata in campo coincide col momento migliore del Benevento. Il colombiano fornisce corsa e pericolosità sotto porta e risulta uno dei più positivi tra i giallorossi.]

Il tabellino:
Cosenza – Benevento 1-0
Reti: 87′ Camporese (C)

Cosenza (3-5-2): Matosevic; Vaisanen, Camporese, Rigione; Di Pardo (90′ Liotti), Gerbo (63′ Kongolo), Carraro, Florenzi, Situm; Caso (90′ Zilli), Larrivey (72′ Pandolfi).
A disp.: Sarri, Vigorito; Venturi, Palmiero, Vallocchia, Arioli, Hristov, Ndoj.
All.: Bisoli.

Benevento (4-3-3): Paleari; Elia (72′ Moncini), Barba, Vogliacco, Letizia; Ionita (84′ Brignola), Viviani, Acampora; Improta, Forte, Farias (63′ Tello).
A disp.: Manfredini; Gyamfi, Petriccione, Foulon, Insigne, Sau, Masciangelo, Talia, Pastina.
All.: Caserta.

Arbitro: Sig. Simone Sozza della sezione AIA di Seregno.
Assistenti arbitrali: Sigg. Davide Imperiale della sezione AIA di Genova e Alessio Tolfo della sezione AIA di Pordenone.
Quarto ufficiale: Sig. Mario Saia della sezione AIA di Palermo.
Arbitro VAR: Sig. Aleandro Di Paolo della sezione AIA di Avezzano.
Assistente VAR: Sig.ra Francesca Di Monte della sezione AIA di Chieti.
Ammoniti: 30′ Elia (B), 34′ Larrivey (C)
Angoli: 3-2 (Pt 1-0)
Recupero: Pt 1′; St 4′.

Le azioni più importanti:

87′ Angolo per il Cosenza, la palla arriva a centro area dove trova l’ex Camporese che di testa colpisce verso la porta, Paleari non ci arriva e i padroni di casa si portano in vantaggio 1-0.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.