PAGELLE Brescia Benevento 2-2: Forte agguanta il pareggio rimediando al rosso di Tello

285

Brescia Benevento 2-2. L’ex mister dei record, Pippo Inzaghi, tra andata e ritorno finisce imbattuto contro quel Benevento che ha allenato per due anni tra B e A (all’andata 0-1 al Vigorito). Tello e Forte rispondono ai vantaggi siglati da Bisoli e Moreo, con entrambe le reti lombarde arrivate nella prima frazione di gioco. Nella ripresa vediamo il rovescio della medaglia del centrocampista colombiano che, in un minuto e mezzo con due ammonizioni, lascia colpevolmente il Benevento in inferiorità numerica. I giallorossi stringe i denti e riesce addirittura a pervenire ad un insperato pareggio con un bel gol di Forte su assist di Insigne, resistendo per mezz’ora agli attacchi veementi del Brescia padrone di casa. Serio infortunio occorso a Glik che subisce un calcio in faccia da Leris che lo costringe ad uscire col collare, in barella, e con una serata all’ospedale di Brescia per una TAC. Prossima gara per mister Caserta e i suoi ragazzi in quel di Frosinone che oggi ha perso fuori casa a Crotone.

PALEARI 6 – Quasi incolpevole su entrambi i gol, da rimproverargli al massimo c’è qualche indecisione nelle uscite sui cross del Brescia. Nella ripresa non sbaglia neanche un colpo, conservando il pareggio contro una diretta concorrente per i primi posti della classifica.

ELIA 5 – Sappiamo benissimo che è un “adattato” nella posizione di terzino destro, ma non è la sua prima volta in questa stagione, dovrebbe essere già rodato. A sinistra il Brescia scende che è una bellezza, con l’ex Pajac in primis, accompagnato poi da Bisoli.  [dal 46′ PETRICCIONE 6 – Cerca di dare ordine in un centrocampo rimasto monco di quello che in questa serata era il suo fulcro, cioè Tello. Si arrabbatta alla meglio e nel finale si destreggia direttamente in area, sbrogliando anche alcune situazioni difficili.]

GLIK 6 – Presente nell’azione del pareggio di Tello, con un intervento di testa che disturba Cistana, e purtroppo è presente maggiormente anche nel 2-1 per il Brescia, lisciando di fatto sul cross di Leris sul quale Moreo va a segno. Nella ripresa subisce letteralmente in pieno volto una rovesciata di Leris che lo costringe ad uscire in barella per infortunio. [dall’83’ MASCIANGELO SV]

Vogliacco

VOGLIACCO 6,5 – Molto impegnato questa serata nel duello fisico con Moreo, imbeccato soprattutto dai cross provenienti dalla sinistra. Se la cava da attore consumato nonostante abbia l’arduo compito di giocare negli ultimi minuti anche per il collega di reparto Glik costretto ad uscire in un momento topico della gara per un brutto infortunio. Alcune sue chiusure nel finale valgono quanto un gol.

FOULON 6 – Ha come diretto avversario uno dei più positivi sul fronte bresciano, quel Leris che più volte riesce a sfondare sulla sua fascia mettendo pericolosi palloni al centro dell’area giallorossa, uno dei quali concretizzato in gol da Moreo. Il belga cresce nella ripresa e negli ultimi minuti con l’ingresso di Masciangelo, e a fianco di Vogliacco, se la cava alla grande.

Tello

TELLO 4,5 – Abile a coordinarsi di sinistro, lui che è destro naturale, per siglare il momentaneo pareggio. Vanifica quanto di buono aveva fatto nella prima frazione, prendendo due gialli in un minuto e mezzo. Se il primo era giustificato da un fallo di gioco, il secondo non lo è affatto; capiamo che è stato provocato da Bisoli, ma ad inizio ripresa con la tua squadra sotto di una rete, non puoi permetterti di lasciarti andare in quel modo, mettendo in seria difficoltà la tua squadra sia per la gara odierna che per la prossima dove la sua assenza si sommerà alle già numerose.

ACAMPORA 6 – Solita partita accorta, stavolta però senza strappi, comunque riesce sempre ad essere uno dei più positivi nel reparto centrale giallorosso, meritando ancora una volta una meritata sufficienza, anche se non è stato decisivo come contro il Crotone. [dal 90′ CALO’ SV]

IMPROTA 5,5 – Molto incerto, quasi avulso dalla manovra schierato come mezzala sinistra. Nella ripresa sostituisce Elia come terzino destro, arretrando raggio di azione, gioca un po’ meglio rispetto alla prima frazione, ma sbaglia troppi appoggi ai compagni.

FARIAS 5 – Lo vediamo immediatamente andare al tiro a inizio gara, poi finisce lì tutta la sua concretezza in avanti. Agisce da trequartista alle spalle di Moncini e Forte ma non riesce mai ad innescarli. [dal 46′ INSIGNE 6 – Ha il merito di effettuare l’assist da cui nasce il gol del 2-2 di Forte, rete che salva il Benevento da una sconfitta che, tutto sommato, non meritava affatto. Cerca anche lui di dare manforte in difesa quando il Brescia assedia aggressivamente la metà campo del Benevento]

Forte

FORTE 7 – E’ tutto suo il merito di riagguantare il pareggio in una situazione di inferiorità numerica in un momento in cui la squadra poteva andare in depressione. Il gol che segna è un misto di potenza fisica, tempismo e precisione, con un pallonetto che finisce sotto la traversa superando Joronen. Assente nel primo tempo, ma fiero protagonista nella ripresa in cui si batte come un leone in ogni zona del campo.

MONCINI 6 – Nessuna conclusione in porta stasera per l’MVP della gara casalinga contro il Crotone. Non si sottrae però alla regolar tenzone con il terzetto difensivo bresciano, provando a liberare spazio per Forte. [dal 75′ PASTINA 6 – Entra in un finale di gara alquanto convulso, dando il suo contributo alla squadra, cercando di sostituire un mostro sacro come Glik. Non smarrisce mai la testa di fronte ai veementi attacchi lombardi.]

Il tabellino:
Brescia – Benevento 2-2
Reti: 1′ Bisoli (Br), 21′ Tello (Be), 32′ Moreo (Br); 68′ Forte (Be)

Brescia (3-5-2): Joronen;  Cistana (74′ Sabelli), Adorni, Mangraviti (83′ Jagiello); Proia (74′ Ayé), Bertagnoli (83′ Bajic), Leris, Bisoli, Pajac; Moreo, Bianchi (64′ Tramoni).
A disp.: Andrenacci, Karacic, Van De Looi, Huard, Olzer, Behrami, Papetti.
All.: Inzaghi.

Benevento (4-3-1-2): Paleari; Elia (46′ Petriccione), Glik (83′ Masciangelo), Vogliacco, Foulon; Tello, Acampora (90′ Calò), Improta; Farias (46′ Insigne); Forte, Moncini (75′ Pastina).
A disp.: Manfredini, Tartaro, Gyamfi, Talia, Brignola.
All.: Caserta.

Arbitro: Sig. Marco Piccinini della sezione AIA di Forlì.
Assistenti: Sigg. Salvatore Affatato della sezione AIA di VCO e Daniele Marchi della sezione AIA di Bologna.
Quarto uomo: Sig. Daniele Perenzoni della sezione AIA di Rovereto.
VAR: Sig. Davide Ghersini della sezione AIA di Genova.
Assistente VAR: Sig. Marco Bresmes della sezione AIA di Bergamo.
Ammoniti: 50′ Tello (Be), 52′ Bisoli (Br), 79′ Leris (Br)
Espulso: 51′ Tello (Be)
Angoli: 8-5 (Pt 3-3)
Recupero: Pt 0′; St 6′.

Le azioni più importanti:

1′ Punizione sulla trequarti per i padroni di casa, palla che arriva a Bisoli che in area alza il pallone sul secondo palo per Moreo, colpo di testa dell’attaccante diretto al primo palo dove si fa trovare pronto all’appuntamento lo stesso Bisoli che di piatto sinistro calcia in porta, Paleari tocca il pallone ma non riesce ad impedire che la palla si insacchi in porta. 1-0.

21′ Punizione per il Benevento sulla trequarti, batte Acampora, il pallone in area viene respinto di testa da Cistana, contrastato da Glik, la sfera arriva nei pressi di Tello che si coordina e calcia in porta di sinistro, battendo Joronen per l’1-1.

32′ Cross dalla destra di Leris, Glik cerca di intervenire ma liscia il pallone la palla arriva a Moreo appostato dietro di lui che di esterno destro in scivolata calcia in porta, Paleari si butta in ritardo e non ci arriva, la palla si insacca in rete per il nuovo vantaggio dei padroni di casa. 2-1.

68′ Insigne da fuori area, vede l’inserimento sia di Moncini che di Forte in mezzo all’area, la palla finisce sulla testa di Forte che con un pallonetto supera Joronen per il 2-2.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.