PAGELLE Benevento Como 5-0: due rigori sacrosanti e un rosso nei primi minuti spianano la strada ai sanniti

285

Benevento Como 5-0. Una gara immediatamente in discesa per i padroni di casa, grazie a ben due rigori ed un rosso che arrivano nei primi minuti. Decisioni tutte sacrosanti ed arrivate grazie al VAR consultato dall’arbitro Marini: prima un rigore per fallo di Solini per tocco di mano su tiro di Forte (secondo giallo e rosso per il difensore comasco) ed è lo stesso centravanti giallorosso a presentarsi e a segnare dal dischetto. Poco più tardi arriva un secondo rigore per fallo di Scaglia su Foulon, e a batterlo va però Insigne che ne aveva segnato uno sempre in stagione, all’andata contro la Cremonese. Dopo 20′ con due rigori e la superiorità numerica diventa quasi pura amministrazione il resto della partita. Sul finire della prima frazione arriva la doppietta personale di Insigne con un bel sinistro da fuori area di prima intenzione.

Nella ripresa Forte pareggia i conti con Insigne e segna la sua prima doppietta in giallorosso con un tap-in in area dopo un palo colpito da Acampora. Più tardi è lo stesso centrocampista che con un gran mancino da fuori area sigla il definitivo 5-0. Da lì in poi inizia la girandola delle sostituzioni per entrambe le squadre, il Benevento fa ben tre cambi in uno slot, col ritorno in campo di Lapadula, per sfruttare il finale di gara per il turnover (data la trasferta di sabato col Perugia) e per sperimentare l’attacco a due punte e l’affiatamento tra Forte e l’italoperuviano. C’è tempo per rivedere in campo anche l’ex Amato Ciciretti subissato da più fischi che da applausi, uno dei protagonisti della doppia storica promozione dalla C alla A. Il Como chiude in 9 per un infortunio occorso a Scaglia e alla fine la gara si chiude senza neanche un minuto di recupero.

Seconda vittoria consecutiva per mister Caserta e i suoi ragazzi, che allontanano quindi il periodo di crisi di ben 5 partite in cui erano incappati in questo inizio 2022.

I giocatori del Benevento Calcio esultano

PALEARI 6 – Effettua una parata in due tempi su un tiro di Blanco in area all’8′, da lì in poi non corre più alcun pericolo dai giocatori avversari, anzi è stesso lui, in un tentativo di dribbling fallito a rischiare di prendere gol. Non fosse stato per queste due situazioni avrebbe meritato un lapidario SV.

LETIZIA 6,5 – Parte subito forte: dopo un bello scambio con Insigne, Blanco lo atterra e ciò porta al giallo per l’avversario. Più avanti, con il Como già in inferiorità numerica dopo 12′, ha modo di pungere e infilare più di una volta la difesa avversaria sulla sua fascia di competenza. Esce anzitempo per una questione di turnover. [dal 10′ st BRIGNOLA 6 – La sua entrata in campo vede un Benevento a trazione anteriore; posizionatosi sull’esterno destro alto, prova anche, dal limite dell’area, una punizione di sinistro respinta dalla barriera.]

GLIK 6,5 – Continua il buon momento del difensore polacco, un giocatore rigenerato dopo la crisi di prestazioni che lo avevano anche relegato, giustamente, in panchina. Da quando ha ripreso la titolarità perduta sta sfoderando una dopo l’altra prestazioni degne di nota e degne del suo passato in serie A.

VOGLIACCO 6,5 – Cerca di non sfigurare al pari del più esperto compagno di reparto. Complice anche la pochezza odierna degli attaccanti avversari, si deve concentrare unicamente sul giro palla da dietro.

FOULON 6,5 – Si guadagna il rigore del 2-0, facendosi atterrare in area da Scaglia; poi va vicino alla gioia personale su assist di Letizia nel recupero della prima frazione. Nella ripresa praticamente si adagia anche lui sugli allori, partecipando alla manovra generale della squadra giallorossa.

IONITA 6,5 – Vero e proprio pitbull del centrocampo, pronto ad azzannare le caviglie degli avversari, e prodigioso più di una volta per le palle recuperate in mezzo al campo. Lo vediamo anche mettere una bella palla in area dopo una finta su un avversario. Esce per turnover. [dal 1′ st CALO’ 6 – Entra già sul 3-0 e quindi ha gioco facile lì in mezzo al campo, non trovando opposizione alcuna da parte dei diretti avversari. Prova anche il tiro da fuori nell’ultimo quarto di gara, ma la sua conclusione porta solo ad un angolo dopo una deviazione difensiva]

Acampora

ACAMPORA 7 – Ci prova dalla distanza in un paio di occasioni col suo sinistro: una finisce in curva, un’altra viene ribattuta dalla difesa avversaria. Sempre sicuro in possesso del pallone in mezzo al campo, sbaglia un paio di appoggi ma nessuno è perfetto. Su una sua palla che si stampa sul palo dopo cross dalla destra arriva il 4-0 di Forte. E poi sigla il 5-0 con una botta al fulmicotone di sinistro dalla distanza, tiro che piega le mani a Facchin. [dal 20′ st TALIA 6 – Quale occasione migliore per un giovane prodotto del vivaio di casa di mettere minuti nelle gambe e guadagnare esperienza diretta sul campo di gioco dopo un perentorio 5-0?]

TELLO 6 – La sua duttilità ultimamente lo rende un elemento fondamentale dello scacchiere giallorosso. Parte come mediano di sinistra nel centrocampo a 3, e prima di uscire dal campo lo vediamo anche come esterno alto a destra. [dal 20′ st LAPADULA 6 – Entra sul campo di gioco, da dove mancava da due mesi e mezzo, sotto una pioggia tra fischi e applausi e già sul 5-0. Quello di oggi è un esperimento sul campo per vedere come funziona il suo affiatamento con Forte in un attacco a due.]

Insigne

INSIGNE 7,5 – Segna il suo secondo rigore in giallorosso (due su due per lui) portando la squadra sul 2-0. Porta al giallo per Bertoncini. Realizza un gran secondo gol personale su una respinta della difesa avversaria, calciando in porta di sinistro con una parabola di pregevole fattura. Sfiora anche la tripletta con un tiro respinto dalla difesa. [dal 20′ st SAU 6 – A parte qualche palleggio a centrocampo, è stato molto statico dal suo ingresso in campo.]

Forte

FORTE 7,5 – Finalmente decisivo: prima subisce fallo da Solini sulla fascia destra, portando ad un giallo per il comasco, poi su un suo tiroin area lo stesso Solini la devia con la mano, con conseguente secondo giallo ed espulsione, infine va a calciare, segnando il conseguente rigore portando l’1-0 per il Benevento. Nella ripresa continua la sua serata di gloria con un tap-in che gli regala la doppietta personale e il 4-0 giallorosso.

IMPROTA 6 – Nonostante il gol vittoria di qualche giorno fa a Cittadella, continua il suo momento no per quanto riguarda le singole prestazioni offerte in campo. Ci sono stati sicuramente dei miglioramenti questa sera, ma resta ancora ben lontano dall’Improta di una volta. Nella ripresa con l’uscita di Letizia passa nei 4 dietro come terzino destro, ma giusto per rappresentanza perché il Como prima in 10 e infine in 9 non ha più modo di far male lì davanti.

Il tabellino:
Benevento – Como 5-0
Reti: 12′ pt Forte rig., 21′ pt Insigne rig., 38′ pt Insigne; 4′ st Forte, 17′ st Acampora.

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia (10′ st Brignola), Glik, Vogliacco, Foulon; Ionita (1′ st Calò), Acampora (20′ st Talia), Tello (20′ st Lapadula); Insigne (20′ st Sau), Forte, Improta.
A disp.: Muraca, Manfredini; Gyamfi, Petriccione, Masciangelo, Pastina, Barba.
All.: Caserta.

Como (4-4-2): Facchin; Vignali, Bertoncini, Solini, Cagnano; Peli (17′ pt Nardi), Arrigoni (25′ st Ciciretti), Bellemo (10′ st Kabashi), Blanco (17′ pt Scaglia); Gliozzi (10′ st Iovine), Gabrielloni.
A disp.: Bolchini, Zanotti; Iovine, Parigini, La Gumina, Cerri, Ioannou, Bovolon.
All.: Giacomo Gattuso.

Arbitro: Sig. Valerio Marini della sezione AIA di Roma 1.
Assistenti: Sigg. Fabio Schirru della sezione AIA di Nichelino e Luigi Lanotte della sezione AIA di Barletta.
Quarto uomo: Sig. Federico Longo della sezione AIA di Paola.
VAR: Sig. Federico Dionisi della sezione AIA di L’Aquila.
Assistente VAR: Sig. Niccolò Pagliardini della sezione AIA di Arezzo.
Ammoniti: 4′ pt Blanco (C), 6′ pt Solini (C), 33′ pt Bertoncini (C)
Espulso: 11′ pt Solini (C).
Angoli: 3-0 (Pt 0-0)
Recupero: Pt 2′; St 0′.
Spettatori: 2.195 locali e 48 ospiti.

Le azioni più importanti:

12′ pt L’arbitro fa fermare il gioco per un intervento del VAR, e dopo aver visionato l’azione incriminata nell’area del Como, va ad ammonire per la seconda volta Solini, difensore che aveva preso la palla con la mano. Rigore per il Benevento, a presentarsi dal dischetto va Forte che di sinistro insacca alle spalle di Facchin per l’1-0.

21′ pt Anche il raddoppio giallorosso arriva su un calcio di rigore, decretato per un fallo di Scaglia su Foulon. Dopo un’altra analisi al VAR per verificare se il terzino sannita fosse o meno in fuorigioco, sul dischetto si presenta questa volta Insigne, che sempre di sinistro, batte Facchin per il 2-0.

38′ pt Su una respinta della difesa comasca, Insigne posizionato poco fuori l’area di rigore, sulla destra, calcia al volo un pallone spiovente che si insacca alle spalle di Facchin con una gran bella parabola. Per il Benevento è il 3-0, per Insigne si tratta del sesto gol in campionato, di pregevolissima fattura.

4′ st Poker giallorosso con Forte,  rapido con un tap-in nell’area piccola a infilarla in rete dopo un cross dalla destra di Acampora che si era stampato sul palo, con Facchin che non ci era arrivato. 4-0.

17′ st Con un tiro di sinistro al fulmicotone dai 25 metri, Acampora porta il Benevento sul 5-0, una botta da fuori che piega letteralmente le mani a Facchin.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.