Triplo Sau e ancora Tuia, il Benevento dilaga sull’Ascoli. Coda ancora a secco

53

Benevento Ascoli finisce con un poker giallorosso: apre le marcature Tuia nel primo tempo (secondo gol consecutivo) e nella ripresa ci pensa Sau portandosi il pallone a casa grazie alla sua prima tripletta con la Strega. Ancora a secco Coda.

MONTIPO’ 6,5 – Poche occasioni per l’Ascoli ma il portierone si fa sempre trovare pronto, anche di istinto. Oramai sta diventando un’impresa per tutti gli avversari riuscire a segnargli un gol.

ANTEI 6 – Oggi ha giocato al posto di Maggio come terzino destro, meno propositivo del capitano, fa comunque il suo per un’ora di gara, fino a quando in uno scontro di gioco non si fa male uscendo in barella e facendo entrare proprio Maggio. Una volta fuori dal campo rientra negli spogliatoi saltellando su un piede solo dopo aver dato un paio di pugni di rabbia sulla panchina. [dal 22′ st MAGGIO 6,5 – riprende il suo posto nella difesa titolare, e per come entra in partita sembra giocare da inizio gara e non da subentrante. Anche lui è pienamente ritrovato dopo una prima scialba stagione dell’anno scorso].

TUIA 7 – Un difensore pienamente ritrovato e con il vizio del gol, ancora di testa da sempre il suo punto forte, da quando gioca titolare mette “in ombra” il compagno di reparto Caldirola che finora si era ben contraddistinto come regista della difesa. Insuperabile.

CALDIROLA 6,5 – Lascia l’onore della ribalta a Tuia, ma cionondimeno si distingue anche lui come nume protettore della porta giallorossa, continuando ad inanellare prestazioni sempre più convincenti, d’altronde i campionati si vincono soprattutto con le difese.

LETIZIA 7 – Il binario di sinistra è monopolio di “Frecciarossa”, che fa il bello e il cattivo tempo ogni giornata di campionato. Dai suoi piedi arriva l’assist per il secondo gol di Sau, dopo una sua grande giocata.

TELLO 6 – Ritorna titolare dopo un bel po’ di gare passate in panchina. Molto meno dinamico rispetto al passato, e non abituato al ritmo partita esce dopo 18′ della ripresa, lasciando il posto ad Hetemaj. [dal 18′ st HETEMAJ 6,5 – è con la sua entrata in campo che il Benevento riesce a dilagare sull’Ascoli, sfruttando il suo temperamento e dinamicità che lo ha fatto assurgere titolare di questa squadra proprio a discapito del colombiano]

SCHIATTARELLA 7 – Padrone del centrocampo, in questa sua avventura in giallorosso è partito in sordina anche a causa di un infortunio, ma settimana dopo settimana, e soprattutto nelle ultime, è migliorato sensibilmente in tutto: palleggio, senso del gioco, intesa con i compagni.

VIOLA 7 – Assieme ad Hetemaj e Schiattarella compone una fantastica cerniera di centrocampo che possiamo già definire “da serie A”. Nella ripresa il suo gioco esplode letteralmente e questo lo si vede anche col suo contropiede orchestrato perfettamente e conclusosi con la terza rete di Sau.

KRAGL 6,5 – Il “cecchino” tedesco quest’oggi non mette la sua firma nel tabellino, ma realizza l’assist per il primo gol del Benevento, col colpo di testa di Tuia arrivato da una sua punizione dalla sinistra calciata nell’area piccola. Assieme a Sau mastica calcio aiutando con rientri ed appoggi i tre di centrocampo, sovrastando quindi quello dell’Ascoli. [dal 45′ st VOLTA SV]

SAU 8 – In appoggio a Coda, è tutt’altra cosa rispetto all’impalpabile Insigne della trasferta di Verona. Ben più incisivo dell’ex Napoli, sfiora la rete verso la fine della prima frazione, riesce a trovarla poi nella ripresa su respinta corta di Leali, mettendo in rete con un tocco di tacco destro. Poi raddoppia e addirittura triplica in pieno recupero, prima grazie ad un ottimo cross di Letizia e poi su un’altra respinta di Leali.

CODA 5,5 – Un piccolo passo indietro rispetto la trasferta di Verona, dimostra di voler a tutti i costi la gioia personale, ma il duello rusticano con Leali vede vincitore quest’ultimo. Un piccolo merito gli viene comunque concesso perché dalle respinte per suoi due tiri arrivano due reti segnate da Sau.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.