PAGELLE Benevento Ascoli 0-2: Bidaoui e Baschirotto affondano i giallorossi nella ripresa

285

Benevento Ascoli 0-2. Un risultato che rispecchia quello dell’andata dove furono i giallorossi a sorridere grazie alle reti di Sau ed Insigne. Mentre allora la partita fu risolta nel primo tempo, stasera le due reti della vittoria bianconera sono arrivate nella ripresa: la prima ad opera di Bidaoui su assist di Collocolo, la seconda segnata da Baschirotto abile a sfruttare un errore di Vogliacco; entrambe le marcature sono avvenute all’interno dell’area giallorossa.
Per quanto riguarda invece il Benevento, abbiamo visto qualcosa giusto nella prima frazione, dove a fallire l’appuntamento con il gol sono stati prima Farias e poi Forte, entrambe le occasioni arrivate nell’arco di due minuti, da lì in poi Leali e il resto della retroguardia ospite di fatto non hanno più corso pericoli, perché l’attacco del Benevento pur cambiando qualche interprete è rimasto abulico e inoffensivo.

Con questa sconfitta salgano a 5 le gare senza vittorie per il Benevento, potremmo anche parlare di un 2022 maledetto, visto che l’unica vittoria arrivata, contro il Monza, in realtà era un recupero di una gara prevista prima di Natale. Ora al mister giallorosso Caserta resta il compito di trovare una soluzione alla scarsa vena realizzativa del Benevento, non potendo contare sull’apporto del separato in casa Lapadula, che resta ancora il miglior marcatore giallorosso stagionale.

Paleari

PALEARI 5,5 – Si fa beffare nell’azione dello 0-1 di Bidaoui, andando a respingere goffamente un cross di Falasco, qualche minuto più tardi una sua non uscita stava quasi per costare lo 0-2 ma viene graziato da Tsadjout che di testa manda fuori da ottima posizione. Non può nulla sulla conclusione ravvicinata dello 0-2 di Baschirotto.

LETIZIA 6,5 – Fa una grande prestazione nel primo tempo, in cui lo vediamo sia in fase offensiva che in fase difensiva, con delle belle chiusure in scivolata sugli avversari. Nella ripresa continua a spingere come può, ma sembra predicare nel deserto perché sui suoi cross non trova mai un destinatario tra i compagni di squadra.

Vogliacco

VOGLIACCO 5,5 – Fino a quando Bidaoui ha agito come punta vera e propria, non ha avuto difficoltà nell’ingabbiarlo, quando poi il marocchino ha iniziato a giostrare lontano dall’area le cose si son fatte più difficili, fino alla beffa del gol dello 0-1. Diventa protagonista in negativo anche in occasione dello 0-2 quando di fatto serve l’assist per il gol di Baschirotto.

BARBA 6 – Mette la museruola al possente Tsadjout per quasi tutto il tempo che è rimasto in campo. Gli sfugge solo in un’occasione, quando l’attaccante bianconero si divora di testa un gol sul secondo palo.

MASCIANGELO 6 – Ha avuto molto più campo nei primi 45′ che non nei secondi, trovando con più facilità l’arrivo sul fondo. Poco preciso in proiezione offensiva, se l’è cavata in fase difensiva. [dal 33′ st FOULON SV]

IONITA 6 – Il polmone del centrocampo giallorosso si prodiga in entrambe le fasi, creando densità e offrendo sempre un appoggio ai compagni. Purtroppo quando più lo si vede in campo, più sembra che le cose vadano male per il Benevento, perché vuol dire che il resto della squadra non sta affatto rendendo.

CALO’ 6 – Torna titolare lì in mezzo al campo, nella staffetta che sembra essere iniziata con Petriccione da qualche partita a questa parte; nel complesso non demerita, eccetto un pallone perso verso la parte finale del primo tempo sul quale poi l’Ascoli è andato via in superiorità numerica, fortunatamente senza risultato.  [dal 1′ st PETRICCIONE 5,5 – La cosa ironica è che quando entra lui, il Benevento inizia ad avere tanti di quei calci piazzati sui quali avrebbe fatto comodo invece Calò. Prova a servire in ogni modo i compagni, ma i suoi traversoni in area sono sempre preda dei difensori ospiti]

ACAMPORA 6,5 – E’ un piacere vederlo giocare con la palla tra i piedi che sembra letteralmente calamitata sul suo sinistro. Va al tiro nel primo tempo, con palla che finisce sull’esterno della rete. Nella ripresa risulta leggermente più in ombra rispetto alla prima frazione, per poi ricevere il cambio da Brignola. [dal 28′ st BRIGNOLA 5,5 – Il suo compito dovrebbe essere quello di scuotere il reparto d’attacco fino a quel momento decisamente nullo, non riesce nel suo intento ed è lui a conformarsi alla mediocrità generale dei giallorossi.]

TELLO 6 – Durante il primo tempo l’accoppiata con Letizia sulla fascia destra funziona, tra i due c’è una intesa palese, e questo giova alla manovra giallorossa. Nella ripresa con l’uscita di Farias, passa a sinistra per far posto ad Insigne, fino a quando non tocca anche lui essere sostituito. [dal 16′ st IMPROTA 5 – E’ letteralmente l’ombra del giocatore tanto ammirato da ogni allenatore che lo ha avuto ai propri ordini. Un uomo in meno messo lì davanti per fare presenza. Abulico.]

Forte

FORTE 5 – Sfiora il gol al 13′ pt con una bella torsione di testa in area su cross di Letizia dalla linea di fondo e si può dire che la sua partita finisce in quel momento. Nel resto della gara non riesce mai a mettere in difficoltà Bellusci e Botteghin, non va mai al tiro e non riesce mai a fare da sponda per i compagni. A sua discolpa c’è anche il fatto che non gli arriva neanche un passaggio decente. Una delusione.

FARIAS 5,5 – Si divora un gol all’11’ pt in area a tu per tu con Leali, mandandola fuori nel tentativo di piazzarla. Sui piedi ha anche un’altra occasione verso il finale della prima frazione, ma viene murato in angolo. Gli spunti ci sono, ma manca ancora la condizione. [dal 1′ st INSIGNE 5,5 – Lo si vede giusto quando entra in campo nella ripresa, a differenza della gara di Lecce non gli arriva neanche un pallone da poter tramutare in pericolo per la difesa dell’Ascoli.]

Il tabellino:
Benevento – Ascoli 0-2
Reti: 26′ st Bidaoui, 44′ st Baschirotto.

Benevento (4-3-3): Paleari; Letizia, Vogliacco, Barba, Masciangelo (33′ st Foulon); Ionita, Calò (1′ st Petriccione), Acampora (28′ st Brignola); Tello (16′ st Improta), Forte, Farias (1′ st Insigne).
A disp.: Muraca, Manfredini; Glik, Foulon, Umile, Talia, Pastina.
All.: Caserta.

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Salvi, Botteghin, Bellusci, D’Orazio (16′ st Falasco); Collocolo, Buchel, Caligara (1′ st Ricci); Maistro (33′ st Baschirotto); Tsadjout (33′ st Iliev), Bidaoui (46′ st+1′ Palazzino).
A disp.: Bolletta, Guarna; Tavcar, Dionisi, Quaranta, De Paoli.
All.: Cristaldi.

Arbitro: Sig. Alberto Santoro della sezione AIA di Messina.
Assistenti: Sigg. Alessandro Cipressa della sezione AIA di Lecce e Claudio Barone della sezione AIA di Roma 1.
Quarto uomo: Sig. Andrea Ancora della sezione AIA di Roma 1.
VAR: Sig. Daniele Paterna della sezione AIA di Teramo.
Assistente VAR: Sig. Luigi Lanotte della sezione AIA di Barletta.
Ammoniti: 23′ Tsadjout (A); 43′ st Forte (B), 45′ st+1′ Baschirotto (A)
Angoli: 5-6 (Pt 3-4)
Recupero: Pt 2′; St 5′.
Spettatori: 1.980 (1.912 locali e 68 ospiti).

Le azioni più importanti:

26′ st Ripartenza dell’Ascoli sulla sinistra, cross in mezzo di Falasco, Paleari allunga goffamente la traiettoria verso la sinistra dell’area giallorossa, sul pallone arriva Collocolo che mette immediatamente in mezzo rasoterra, tutto solo Bidaoui arriva sul pallone e di piatto sinistro infila in porta per lo 0-1 ospite.

44′ st Lancio lungo di Leali, palla che arriva al vertice sinistro dell’area giallorossa dove viene spizzato di testa da Iliev, sulla palla arriva Vogliacco che per non far prendere il pallone all’ex Ricci, di fatto serve Baschirotto che tutto solo in area batte Paleari per lo 0-2.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.