Il Nola infrange il sogno del Paolisi, giallorossi travolti

105

Non c’è due senza tre. Purtroppo. Per la terza volta in una sola stagione, record probabilmente, il Paolisi vede sfumare l’Eccellenza. Questa volta in maniera definitiva. Era successo al termine di un campionato riscritto dalla sentenza del Giudice Sportivo, si era ripetuto nello spareggio col Cervinara e oggi si è consumato un nuovo e triste capitolo nella finale regionale contro il Nola.

NolaI partenopei hanno fatto valere i numeri della loro stagione. Le statistiche difficilmente mentono e infatti i bianconeri si sono imposti con la forza del miglior attacco e della miglior difesa dell’intero raggruppamento A. Il Nola si è aggiudicato l’atto finale con il netto punteggio di 5-0, prendendosi di fatto la qualificazione al prossimo torneo di Eccellenza.

Serviva l’impresa, ma questo i ragazzi di Nicola Facchino già lo sapevano. Questa volta solo la vittoria avrebbe spalancato davanti ai giallorossi le porte del massimo torneo dilettantistico regionale. Un’impresa ardua, resa ancora più complicata dall’annunciata defezione di De Rosa (squalificato) e dalle reti di Maturo e Cerrato che hanno chiuso la prima frazione di gioco. Sotto di due reti, i caudini sono naufragati nella ripresa sotto i colpi di Sansone e Di Biase (doppietta).

Una punizione severa che obbliga il Paolisi a chiudere nel peggiore dei modi una stagione da archivia in maniera positiva. Può sembrare un paradosso, ma i giallorossi hanno dimostrato sul campo di poter ambire all’Eccellenza e solo due scontri diretti, quando la squadra si è ritrovata in riserva dopo un’annata lunga e logorante, hanno privato il sodalizio del presidente Mauro dell’emozione più grande.

Adesso rimane l’unica strada del ripescaggio e spetterà alla società decidere se affidarsi o meno a quelle stesse carte bollate che sono costate la vittoria del campionato.

Fonte foto: Facebook

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.