Morettin indomabile: la Pallamano Benevento si prende un altro derby

566

ABN_5625Se non fosse per il fatto che unendo il potenziale dei sanniti scesi in campo nelle due squadre andremmo a comporre una sorta di dream team dell’Italia meridionale, verrebbe quasi da dire che la città di Benevento merita una partita del genere. Il derby tra Pallamano Valentino Ferrara e Pallamano Benevento ha rispettato il copione iniziale tenendo tutti col fiato sospeso fino all’ultimo secondo, quando l’immortale Manuel Schipani ha stretto tra le sue braccia la palla tirata da Pereira, quella del possibile 25 pari (foto). E invece ha vinto la Pallamano Benevento, ancora una volta, grazie alla capacità di soffrire nonostante una panchina decisamente più corta rispetto a quella avversaria. E nonostante un’espulsione – quella di Buonocore – che francamente dagli spalti in pochi hanno compreso. E ci piace sottolineare come l’importanza della posta in palio (non per la classifica quanto per l’onore) non abbia impedito che in campo si respirasse un clima di assoluto fair play, culminato con la gioia dei vincitori da una parte e le lacrime degli sconfitti dall’altra. Ma anche con abbracci e strette di mano tra tanti dei protagonisti una volta calato il sipario sulla sfida. E questo, senza retorica alcuna, è forse il sessantesimo punto di una sfida che ne ha visti segnare 59 sul campo. Il più importante di questi lo ha infilato Andrea Sangiuolo a un minuto dal termine, mandando in delirio i suoi compagni e i tanti tifosi giunti a dare il proprio sostegno alla squadra di Dragan Rajic.

ABN_5543L’uomo chiave – Ma come ogni derby che si rispetti, anche quello del Palatedeschi ha issato un uomo sopra tutti gli altri. Se all’andata avevamo individuato nell’ucraino Petrychko il classico “uomo in più” in grado di vincere con una mano sola (leggi qui), al ritorno i riflettori se li è meritati l’argentino Keko Morettin, implacabile in zona gol e jolly a tutto campo dei giallorossi. Fondamentale il suo lavoro nella seconda parte di gara, quando la Valentino Ferrara ha stretto nella morsa di una strenua marcatura a uomo sia Giuliano Sangiuolo che Stanislav Petrychko, evidentemente giudicati dall’allenatore  Nasta come gli elementi avversari più pericolosi. E’ in quel momento, nel quarto d’ora finale, che Morettin ha deciso di smentirlo e si è scatenato conducendo l’attacco insieme all’ala destra Castiello, al pivot Chiumiento e ad un Andrea Sangiuolo all’occorrenza dirottato a sinistra. Un implacabile marcatore, Morettin, in grado di indossare l’elmetto nel momento clou del match trascinando i suoi a un successo che vale oro.

ABN_5554L’episodio – La Pallamano Benevento, a causa della panchina corta già citata poc’anzi, ha seriamente rischiato di restare in debito d’ossigeno per il finale di partita. Intorno al decimo minuto di gioco della ripresa i giallorossi hanno visto abbandonare la contesa ad Alessio Buonocore, espulso per un fallo giudicato grave dalla direzione di gara affidata alla coppia formata da Bassi e Scisci. Con gli uomini contati, senza uno dei suoi punti cardine e soprattutto con Petrychko a rischio rosso diretto (causa la doppia sanzione temporanea collezionata nel primo tempo) la squadra del presidente La Peccerella non solo ha gestito situazioni di grande equilibrio, ma ha quasi sempre guidato la gara nel punteggio facendo valere poi nel finale il minimo scarto. Citazione d’obbligo per i portieri, tutti sopra le righe in termini di rendimento sia i giallorossi De Cristofaro e Schipani, che i gialloverdi Randes e Salvini. E da segnalare, infine e per onor di cronaca, che nelle prime battute – con la Valentino Ferrara avanti sul 3-0 un black out dell’impianto elettrico ha spinto gli arbitri a una sospensione di qualche minuto prima della effettiva ripresa delle operazioni. Ad accendere la sfida poi ci hanno pensato le due squadre. Ed è stato spettacolo puro.

Valentino Ferrara – Benevento 24-25 (p.t. 10-14)
Valentino Ferrara:
Ceccarini 7, Luciani, Canelli, D’Addona, De Luca 3, Iannotti 3, Mancini A. 3, Randes, Garofano, Mancini G. 1, Villano, Salvini, Ievolella, Pereira 7. All: Giovanni Nasta

Benevento: Iannotti, Buonocore 1, Sangiuolo A. 4, Sangiuolo G. 5, Castiello 3, Chiumento, De Luca, Morettin 7, Petrychko 5, Schipani, Orlando, Ruotolo, De Cristofaro. All: Dragan Rajic
Arbitri: Bassi – Scisci

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO DELLA PARTITA 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...