Per l’ennesima volta minuti di recupero ancora fatali per il Benevento

83

Nella trasferta di Genova contro il Genoa, il Benevento, nonostante ben due legni presi dai rossoblu, ha tenuto bene difensivamente durante la prima frazione di gioco.

benevento
Le due squadre in fase di riscaldamento

Merito forse anche del ritorno di capitan Fabio Lucioni che è stato provvidenziale in diverse chiusure. Confermato Belec tra i pali, De Zerbi sceglie un 3-4-2-1 con Letizia sulla sinistra e Lombardi sulla destra, escludendo quindi Di Chiara tra i titolari; nonostante la convocazione, D’Alessandro non al meglio finisce addirittura in tribuna.

Poche le occasioni nei primi 45′ per i giallorossi, ed entrambe per Puscas: la prima al 15′ con Ciciretti che crossa di destro nell’area piccola, l’attaccante rumeno si fa trovare impreparato e la palla gli finisce sul tacco sinistro; la seconda al 33′ quando su cross di Lombardi, sempre dalla destra, Puscas colpisce centrale di testa, facile per Perin.
beneventoPer il Genoa ricordiamo i due pali presi in due minuti, dal 40′ al 42′: prima Taarabt trova splendidamente Pandev che tutto solo davanti a Belec di sinistro coglie il palo; e successivamente sugli sviluppi di un angolo, Rigoni colpisce di schiena e la palla scheggia la traversa.

Nella ripresa il Genoa continua ad assediare il Benevento che prova a pungere solamente di contropiede, al 14′ Lucioni salva sulla linea un colpo di testa di Pandev; due minuti più tardi ancora Lucioni è provvidenziale: Lapadula calcia in porta, palla respinta da Belec e che sta per finire in porta, il capitano spazza via la sfera. Al 29′ la migliore occasione per i giallorossi: Lombardi intercetta a centrocampo e si invola sulla sinistra, a seguire l’azione al centro arriva Chibsah (subentrato a Ciciretti), che a tu per tu con Perin gli calcia addosso, sulla respinta prova a tirare in porta, ma sulla linea Laxalt imita Lucioni e salva il Genoa.

benevento

Quando la gara sembra avviarsi verso la chiusura, con soli i minuti di recupero da giocare, l’arbitro assegna calcio di rigore per i padroni di casa per un contatto tra Lapadula e Belec: portiere ammonito e genoano che si presenta sul dischetto, il numero 10 rossoblu calcia di sinistro e spiazza il portiere giallorosso per l’1-0 che chiude di fatto la partita, nonostante gli ultimissimi tentativi dei giallorossi nella metà campo del Genoa. Nel complesso il Benevento non meritava la sconfitta, ancora una volta è un episodio a condannare la Strega.

Il tabellino:
Genoa – Benevento 1-0
Reti: 45’+2′ st Lapadula (rig.).

Genoa (3-5-2): Perin; Izzo, Spolli, Zukanovic; Rosi (32′ st Biraschi), Rigoni L. (10′ st Lapadula), Veloso, Bertolacci (32′ st Cofie), Laxalt; Pandev, Taarabt.
A disp.: Lamanna, Zima; Gentiletti, Rossettini, Galabinov, Brlek, Ricci, Omeonga, Rossi.
All.: Ballardini.

Benevento (3-4-2-1): Belec; Costa, Lucioni, Djimsiti; Lombardi, Cataldi, Del Pinto, Letizia (31′ pt Venuti); Ciciretti (24′ st Chibsah), Parigini (11′ st Gyamfi); Puscas.
A disp.: Brignoli; Coda, Viola, Di Chiara, Memushaj, Armenteros, Gravillon, Brignola.
All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Rosario Abisso della sezione AIA di Palermo.
Assistenti: Sigg. Mauro Tononili della sezione AIA di Milano e Emanuele Prenna della sezione AIA di Molfetta.
Quarto uomo: Sig. Livio Marinelli della sezione AIA di Tivoli.
VAR: Sig. Luca Pairetto della sezione AIA di Torino.
Assistente VAR: Sig. Alberto Tegoni della sezione AIA di Milano.
Ammoniti: 28′ pt Lucioni (B), 43′ pt Del Pinto (B), 45′ pt Zukanovic (G), 17′ st Lapadula (G), 37′ st Cataldi (B), 45′ st Belec (B), 45’+3′ st Lombardi (B).
Angoli: 7-4 (Pt 4-3)
Recupero: Pt 3′; St 5′.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.