Melara: “E’ stato l’anno più bello della mia carriera. Ora mi sento beneventano”

159

Melara in sala stampaConferenza stampa infrasettimanale per Fabrizio Melara. L’esterno offensivo ha espresso così le sue considerazioni in vista della Supercoppa, ma anche dei festeggiamenti che hanno seguito la promozione in serie B:
“Ho giocato con il Lecce con l’acqua alla gola e ho bisogno di un pò di riposo. Non ho infiammazioni, preferisco solo riguardarmi un pò. Non ci sarò a Ferrara e mi dispiace anche perché, avendo vestito la maglia biancazzurra, mi avrebbe fatto piacere salutare qualche amico, ma sicuramente ci sarà occasione nel prossimo anno. Per quanto riguarda la partita posso dire che è stato un anno dispendioso a livello fisico e mentale. Non abbiamo mai staccato la spina e cercheremo di onorare ogni appuntamento nel miglior modo possibile. Sicuramente non andremo a Ferrara in vacanza. Un bilancio del mio campionato?
È stata la stagione più bella della mia carriera. Sotto l’aspetto tattico sono cresciuto tanto, anche grazie al mister. Il mio bilancio è molto positivo. Spero di restare, considerato che sono quasi diventato un beneventano doc. Vedere la città in festa, inoltre, è un qualcosa che ti attacca molto di più alla maglia. La promozione con il Carpi? È stata una bella festa ma non ha niente a che vedere con quella di Benevento. L’immagine che mi rimarrà in mente per tutta la vita sarà lo stadio e il clima che c’era contro il Lecce. Da brividi”.

CONDIVIDI