Mazzone: “Rivalutiamo il calcio femminile. Che brava la Ruggiero!”

48

Un successo all’ultimo respiro. Le Streghe Benevento sembravano in pieno controllo del match in casa del Pontecagnano, salvo poi subire la rimonta delle salernitane. Le giallorosse di mister Lepore, però, riescono ugualmente a far loro l’intera posta in palio con una zampata nel finale del capitano Ruggiero.

Stefano MazzoneE’ stata davvero una partita al cardiopalma. Probabilmente potevamo gestirla meglio e chiuderla già nella prima frazione di gioco“, il commento del dirigente beneventano Stefano Mazzone, “faccio i miei complimenti a tutti, siamo un ottimo gruppo e riusciamo a portare a casa sempre dei buoni risultati lavorando di squadra“.

L’unico neo, semmai, è l’espulsione rimediata: “Sono stato allontanato dalla panchina per proteste sul gol annullato alla Sorrentino. Siamo alle solite, sono cinque anni che faccio calcio femminile e non ci sono progressi, anzi vedo solo regressi. Il mio auspicio e che con l’elezione del nuovo presidente Figc ci sia quella rivalutazione che auspico per il calcio femminile. Un piccolo passo sarebbe promuovere le affiliazione a società maschili, capaci di assicurare un futuro per le presenti e le future leve“.

Tornando alla partita, la prestazione della Ruggiero non è certamente passata inosservata. “Il capitano ci ha regalato altri tre punti, altre emozioni e altre giocate da categorie superiore. Ha tutta la mia stima e la mia fiducia“, conclude Mazzone, “ha preso per mano la squadra e ha giocato col cuore, posso solo dirle grazie. Angela fa sacrifici e in campo ci mette l’anima, ha valori che appartengono ai professionisti“.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.