Maddalonese, nessuna pietà del Real San Nicola: rossoblu travolti

86

IMG_1285Partiamo da una premessa. I giovani rimasti al Real San Nicola vanno elogiati per aver permesso a questa società di non scomparire. A tutto però c’è un limite e allora vale la pena chiedersi: fino a che punto possono servire gli sforzi sostenuti? Il ritorno in campo è stato desolante per i rossoblu di Ezio Liccardi, travolti da un’onda chiamata Galizia 1997, o meglio Maddalonese. Troppa la differenza di valori tra le due squadre e il punteggio di dieci a zero in favore dei casertani lo testimonia.

La Promozione è un campionato complicato e irto di insidie. Ogni avversario è organizzato e il rischio di andare incontro a figure del genere nel proseguo della stagione è elevato. Chi è rimasto avrà senza dubbio messo in preventivo una situazione del genere ma una riflessione probabilmente bisognerà farla. Non è giusto che siano questo ragazzi a pagare per gli errori di altri che, nel frattempo, hanno deciso di abbandonare la nave. A maggior ragione dopo la prima positiva parte di stagione vissuta nel loro campionato di competenza: quello Juniores.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.