Lettera aperta del Prof. Giuseppe Di Pietro sulla situazione della Magic Team 92

142
Uno dei più grandi esperti della pallacanestro beneventana, nonché impareggiabile sostenitore della Magic Team ’92, ma in generale uomo di sport a tutto tondo, il Prof. Giuseppe Di Pietro, ha deciso di prendere carta e penna per dire la sua circa la situazione della pallacanestro cittadina, in particolar modo con riferimento alla situazione della società del Presidente Di Nunzio. Di seguito il contenuto della lettera:
Lettera aperta al sindaco di Benevento
Caro Ingegnere Pepe,
dopo lunghe assenze dai campi, ultimamente, sollecitato da mio figlio Gianmarco, ho fatto qualche capatina sui campi di pallacanestro per assistere a partite che le tre squadre maggiori della città, Magic Team, ASD PAL. Benevento e GS Meomartini disputano nei rispettivi campionati. Spettatore disinteressato le prime volte, dopo qualche partita ho ripreso a tifare come ai tempi della vecchia Libertas, della Juventina e dell’A.P. Benevento, tanto da scendere perfino sul parquet al termine degli incontri per congratularmi con atleti e dirigenti per le vittorie raggiunte contro squadre dai roster invidiabili, grazie a budget da noi mai avuti. Al termine dell’ultima vittoria della Magic Team, ottenuta dopo una gara entusiasmante contro il Venafro, all’ingresso degli spogliatoi ho fatto le mie congratulazioni al Presidente, Dottor Mimmo Di Nunzio, per quanto con pochi amici è riuscito a realizzare in questi anni. Amaro il suo sfogo: “ Gioisco per la vittoria ma sono molto preoccupato per l’immediato futuro della società. Mi sa che difficilmente il prossimo anno festeggeremo il ventesimo anno di attività. Se a breve nulla cambierà saremo costretti a ritirare la squadra da un campionato nel quale, fortuna o bravura, non spetta a me dirlo, siamo ai vertici della classifica. Siamo in grande difficoltà e non posso chiedere di più ai pochi generosi sostenitori. Una situazione, credimi, divenuta insostenibile, per una promessa fatta dai nostri amministratori e onorata solo parzialmente. Non abbiamo fatto il passo più lungo della nostra gamba. A giungo 2010, al termine delle manifestazioni per la promozione in serie B, il Sindaco, alla presenza di numerosi assessori e consiglieri comunali, ci promise tutto il suo appoggio e assicurò che ci avrebbe garantito una certa somma. Forti della sua promessa rafforzammo la squadra con qualche atleta più esperto, ma a distanza di solo qualche mese iniziarono sofferenze e preoccupazioni. Avendo ricevuto solo in parte il contributo promesso non siamo stati in grado di onorare puntualmente i rimborsi agli atleti e il debito contratto non estinto per la motivazione sopra indicata ci sta portando alla deriva.”
Caro ingegnere Fausto, una massima afferma che “ogni promessa è debito”. Conoscendo la tua passione per lo sport e la tua simpatia per gli sport minori, ribadita di recente al termine delle celebrazioni del cinquantesimo anno del G.S. Meomartini, mi rifiuto di credere che quella da te fatta, pubblicamente, sia stata una promessa elettorale. Comprendo le difficoltà del momento. So bene che norme restrittive non consentono più alle amministrazioni locali di elargire contributi a sostegno di società sportive. Ma un tuo favorevole intervento presso aziende, imprenditori locali e professionisti, può senz’altro molto di più della semplice richiesta d’aiuto di onesti sportivi, quali sono i dirigenti della Magic Team. Non manca a te l’ingegno di come fare per mantenere la promessa fatta ed evitare che un’altra ttività meritoria cessi di esistere.
In attesa di buone nuove, auguro a te e ai tuoi amministratori un sereno e felice 2012
Professor Giuseppe Di Pietro
Il Prof. Giuseppe Di Pietro, noto in città per aver insegnato per quarant’anni tedesco presso il Liceo Scientifico “Rummo”, è ancora più noto negli ambienti della pallacanestro per aver retto le sorti del basket sannita negli anni sessanta e settanta.
Riconoscimenti:
1998: Stella d’Argento al Merito Sportivo del CONI nazionale
2002: Riconoscimento del G.S. Meomartini “per l’impegno profuso in favore del Basket Sannita”
2003: Targa del CONI provinciale “per il segno lasciato nella storia del basket sannita!”
2010: Targa del Comitato Regionale FIP campano “per aver dato lustro alla classe arbitrale della pallacanestro campana”
Arbitro e commissario nazionale è tra l’altro autore del libro edito nel 1992 da Realtà Sannita dal titolo “IL BASKET NEL SANNIO: 1933 – 1983”
CONDIVIDI