Le pagelle – Un giallorosso si impone sopra tutti e si prende la partita

422

BN_CARPI (258)Cragno 5,5: Sul gol ha qualche responsabilità, nelle uscite non è brillante come al solito. Forse la prestazione casalinga meno positiva del suo campionato, ma i tre punti arrivano ugualmente. Ed è quello che conta.

Venuti 6: nella fase iniziale della partita commette qualche errore in fase di posizionamento, ma poi viene fuori alla grande. Fornisce sicurezza al reparto e garantisce copertura sulla fascia destra condivisa con Ciciretti.

Camporese 6,5: Poche sbavature in un match tutto sommato tranquillo per lui. Si becca un giallo iniusto: in quel frangente (come in tanti altri) il signor Pezzuto prende una svista.

Lucioni 7: Elegante, efficace, tempista. Il capitano guida la difesa e allontana qualsiasi minaccia. Se necessario, come negli ultimi minuti, spazza via senza badare a fronzoli.

Pezzi 7: Il gol toglie le castagne dal fuoco, ma la sua gara non si limita a questo. Insigne è un cliente scomodo, ma nel pomeriggio del Vigorito viene limitato alla perfezione.

Chibsah 6: Non la sua miglior partita, ma anche quando non è in giornata di grazia il ghanese non si discute. Pezzuto lo grazia nella ripresa, quando avrebbe meritato forse un ammonizione, deve migliorare nella concretezza sotto porta, perché gli inserimenti sono sempre perfetti.

Viola 7: A occhio, è il giocatore che ha gestito più palloni nell’arco dell’incontro. Sempre al posto giusto, anzi per la precisione è l’uomo ovunque della Strega. Inventa e ricuce. Poi esce forse pr stanchezza. (dal 25’st Del Pinto 6: Non ha il bagalgio tecnico di Viola, ma è concreto il giusto)

Ciciretti 7,5: Una sua magia regala il vantaggio decisivo alla Strega e per certi versi è incontenibile. Fa rifiatare la manovra, va via costantemente in uno contro uno. E nel primo tempo colpisce un incrocio dei pali pazzesco. Troppo importante il suo apporto per questa squadra.

Falco 6: Gli manca l’ultima giocata, quella decisiva. Ma va detto che non era facile contro un avversario che si difendeva in dieci. (dal 39’st Gyamfi s.v.: Il suo contributo è essenziale negli ultimi minuti)

Pajac 5: Altra prestazione insufficiente per il croato. A testimoniarlo è il confronto con Lopez, che lo sostituisce e incide nettamente di più. (dal 12’st Lopez 6,5: Due grandi occasioni, la solita grinta e un’esplosività che mancava da quelle parti.)

Ceravolo 6,5: L’arbitro gli nega un rigore gigantesco, diverse volte parte sul filo del fuorigioco e beffa la difesa mostrando di poter meritare maggiore fortuna. Impossibile per lui e per il suo lavoro scendere al di sotto del 6,5.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...