Le pagelle – Mezz’ora da sogno, poi smarrimento. Male la difesa

278

venuti-2Cragno 6,5: Su due gol non ha alcuna colpa, sul terzo condivide con la difesa la dormita che porta alla rete di Caputo. Compie almeno tre interventi di grande caratura oltre a diverse uscite sicure.

Venuti 5: Ha ampie responsabilità sui gol di Sini e Caputo. Ci si aspettava un riscatto dopo Salerno, ma non ha mostrato miglioramenti rispetto all’Arechi.

Padella 5,5: Nella giornata nera della difesa non si salva nessuno, nemmeno l’ex di turno che va in netta difficoltà mostrando insicurezza in più di un’occasione.

Lucioni 5,5: Più che una valutazione sui singoli, è l’intera retroguardia ad uscire dalla partita dopo soli 25 minuti. E nemmeno lo “zio” in questo caso fa eccezione.

Lopez 5,5: Perfetto l’assist per l’1-0 di Ceravolo, poi tanta sostanza. Si vede più del solito in fase offensiva ma dalle sue parti il Benevento si rende ben poche volte pericoloso.

Del Pinto 5: Baroni lo schiera dall’inizio e probabilmente paga le troppe panchine di fila. Spesso distratto, in mediana i padroni di casa dalla mezz’ora in poi fanno ciò che vogliono

De Falco 5,5: Qualche idea c’è, ma si scontra spesso con la diga eretta dai biancocelesti che bloccano qualsiasi sua iniziativa. Sul 2-0 ci si aspettava qualcosa in più dai centrocampisti che invece si arenano insieme a tutta la squadra (72′ Buzzegoli 5,5: per lui 18 minuti più recupero in cui fa meglio del suo compagno di squadra).

Ciciretti 5: Per la seconda partita di fila si vede pochissimo. Ha una chance al 9′ per sbloccare la partita ma la sciupa. Sul 2-2 colpisce la traversa, ma è troppo poco per trascinare i suoi al risultato positivo. Dalla sua classe ci si attende sempre qualcosa in più.

Falco 6: Le giocate sono le solite, purtroppo non portano punti. Non ha i 90 minuti nelle gambe e Baroni lo sostituisce prima della fine del match. Il confronto a distanza tra trequartisti lo vince Tremolada che mette a referto un assist e un gol. (80′ Pajac: sv.)

Melara 5,5: Oltre all’assist per il raddoppio di Ceravolo si vede poco quando la partita torna in equilibrio. Si corre di essere ripetitivi, ma qualcosa è mancato anche in questo caso per prendere le giuste misure (66′ Cissé 5,5: Pochi palloni toccati, fa fatica a calarsi nel match).

Ceravolo 6,5: La prima doppietta in giallorosso non vale nemmeno un pareggio. Una autentica beffa per l’ex attaccante della Ternana che si dà da fare ma non incide nella ripresa anche perchè poco servito.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...