Le pagelle – Lucioni è insormontabile, Puscas firma la leggenda

280

Cragno 7: I primi minuti del match provocano alla Strega qualche brivido, ma è bravo ad esorcizzare le maledizioni lanciate da Mbakogu senza mostrare un minimo di incertezza. Nella ripresa è sicuro nelle uscite e tiene il pallone incollato ai guantoni sui vari cross provenienti dalle fasce.

Venuti 7,5: Il gol decisivo nasce dai suoi piedi. Si beve Letizia sulla corsia destra, conquista il fondo e pesca la zampata di Puscas. Solo un’indecisione, nella ripresa, quando cicca un intervento su Di Gaudio lanciato in profondità.

Camporese 7: Come all’andata, i centrali di difesa non sbagliano nulla. E la chiave tattica della partita è tutta lì. Nei primi minuti soffre la fisicità di Mbakogu, poi prende le misure e non passa più nessuno.

Lucioni 8: Non abbiamo più parole per descrivere la sua stagione. Incredibile anche la prestazione nell’ultimo atto, dove risulta invalicabile per chiunque. E la sua eleganza è da serie A.

Pezzi 6,5: Jelenic non si fa mai vedere in modo serio dalle sue parti e questo è anche merito suo. Preciso e puntuale nelle chiusure, spinge poco per chiara disposizione tattica di Baroni. (46’st Padella s.v.)

Eramo 7: Oltre che in fase difensiva, è bravo anche ad attaccare gli spazi lasciati liberi dal Carpi. E l’avversario, Di gaudio, è tra i più pericolosi. Corre fino allo sfinimento

Viola 8: Un centrocampista completo, pronto per il salto in massima sere insieme alla piazza giallorossa. A centrocmapo domina lui in entrambe le frazioni producendo giocate sopraffine a dismisura. L’assist a Puscas nel primo tempo è un cioccolatino che il rumeno non sfrutta per questione di centimetri.

Chibsah 7,5: La sua fisicità è stata una delle armi in più di questo Benevento nei play off vinti con merito. In fase di interdizione è forse il miglior centrocampista dell’intera serie B. Se poi si diletta anche nelle folate offensive, per gli avversari non c’è nulla da fare.

Lopez 7: Gara di grande sacrificio e intelligenza. Baroni lo avanza sulla linea dei centrocampisti e gli consente di giocare con più serenità provando spesso a conquistare il fondo. Esce anche lui dopo aver dato tutto (33’st Del Pinto s.v. Pochi minuti per avere un voto, ma tanto lavoro per la squadra)

Ceravolo 7: I duelli con i difensori ospiti sono rusticani, ma anche seesce vincitore da poche situazioni di uno contro uno, è importantissimo il suo lavoro per la squadra e nelle sponde.

Puscas 8: E’ l’uomo del destino. Terzo gol nei play off, senso del gol da attaccante vero e firma di classe anche contro il Carpi dopo aver messo ko sia lo Spezia che il Perugia. (27’st Cissè 6,5: Entra con grande vigoria e rischia di firmare anche il raddoppio)

Baroni 8: Era difficile indovinare tutto, ma lui ci è riuscito anche stavolta. Il 4-4-2 con Lopez avanzato e Pezzi inserito sulla linea dei difensori è il capolavoro, l’ennesimo, che gli apre le porte del paradiso.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...