Le pagelle – Estasi Ciciretti, Chibsah è sempre decisivo

267

benevento_cesenaCragno 6,5: Un solo grande intervento su Kone, ma è incolpevole sul gol. Dà sicurezza alla retroguardia con uscite provvidenziali e la solita accortezza nel sistemare la difesa.

Gyamfi 6,5: Prestazione di grande personalità del giovane scuola Inter che serve anche l’assist a Ciciretti per il gol del decisivo 2-1. In difesa, a parte qualche errore dovuto all’inesperienza, poche sbavature.

Padella 6: Gioca poco più di un tempo, in qualche circostanza svirgola con superficialità e partecipa in negativo alla distrazione che porta al vantaggio bianconero. Cresce col passare dei minuti fino all’infortunio (5’st Camporese 6: Prima vera gara in giallorosso, se la cava piuttosto bene non commettendo errori in una fase caldissima con il Cesena in forte pressing)

Lucioni 6,5: Il capitano dopo un primo tempo in chiaroscuro si riprende la scena e domina al centro della difesa. Fondamentale nel mettere a suo agio Camporese in una situazione del tutto nuova.

Pezzi 6,5: Si batte come un leone mostrando il tempismo che lo ha sempre contraddistinto. Impreciso in zona cross, ma in difesa dalle sue parti non si passa. Sul cross di Ciano l’errore non è il suo. (32’st Venuti 6: Un quarto d’ora acceso, ma ci mette grinta)

Chibsah 7: Il quarto gol in giallorosso è ancora una volta pesantissimo e regala il momentaneo pareggio alla Strega. Poi si arma di coraggio e caparbietà a centrocampo vincendo duelli difficili nella lotta serrata in mediana contro alcuni dei centrocampisti migliori della categoria.

Del Pinto 6,5: Ottima prestazione dell’abruzzese che nel primo tempo va vicinissimo al gol su assist di Pezzi. In fase di interdizione è perfetto, a volte prova la giocata di fino che non gli riesce, ma sarebbe stato un extra rispetto a ciò che gli ha chiesto Baroni.

Buzzegoli 6: Non è la sua migliore serata ma svolge un compito essenziale per l’ordine della manovra giallorossa. Nel centrocampo a tre è l’unico che per indole aveva più geometrie. Ma stasera era davvero difficile trovare spazi. (41’st De Falco s.v.: Pochi minuti per far rifiatare la squadra)

Ciciretti 7: Il suo gol partita vale il paradiso per il Benevento che accorcia sul Frosinone e si riprende il terzo posto. Stava man mano sparendo dalla partita, poi è arrivata la perla che ha cambiato scenario alla notte del Vigorito. Chapeau.

Ceravolo 6: Si divora un gol clamoroso nella prima frazione, ma la sufficienza è piena e meritata anche stasera nonostante manchi il gol. Solito lavoro di sacrificio anche nel ripiegamento difensivo.

Falco 6: Ruolo inedito per lui, ma con volontà e spunti si fa valere. Con la palla tra i piedi non lo tengono, ma con una difesa chiusa come quella di Camplone era complicato fare ciò che solitamente gli riesce di più.

Baroni 7: Sesto risultato utile consecutivo, cinque vittorie nelle ultime sei. Chi vince ha sempre ragione.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...