Con l’Avellino il dato spettatori tornerà ad alti livelli. Scopri i match meno visti della B

615

Ad un calo di risultati spesso corrisponde un calo di spettatori. E’ un’equazione counq nel mondo del calcio e Benevento non può che adeguarsi. Il derby con l’Avellino, tuttavia, porterà una boccata d’ossigeno a numeri che nelle scorse settimane hanno registrato una tendenza al ribasso rispetto a un paio di mesi fa. Dopo il picco di presenze con il Bari (11.521, record stagionale in casa giallorossa), si è arrivati alle 6.843 presenze contro il Vicenza, secondo peggior risultato di questo torneo per il Ciro Vigorito. Peggio si era fatto solo all’andata con lo Spezia, quando tra ospiti e tifosi giallorossi (paganti e abbonati) la cifra raggiunta totale di presenti fu 6.807. Sono queste le uniche due circostanze in cui lo stadio beneventano non gha raggiunto nel complesso quota 7.000, numero che nel derby del primo maggio con l’Avellino sarà ampiamente superato considerando il precoce sold out di settore ospiti e curva sud.

Record stagionali – I più curiosi in materia si saranno chiesti quale sia stata la partita meno seguita di tutta la serie B 2016/2017. Il riscontro non può considerarsi definitivo, mancando ancora quattro giornate alla conclusione, ma le statistiche attuali vedono protagonista assoluta l’Entella. I due confronti con minore afflusso di pubblico dell’intero campionato si riferiscono infatti finora alla squadra di Breda e più precisamente a Entella-Vicenza (4-1) del primo ottobre 2016 e a Latina-Entella (1-1) del 3 dicembre scorso. In entrambi i casi, sia a Chiavari che al Francioni, il dato si aggirò intorno alle 1.850 unità. Oltre dieci volte in meno rispetto alla partita più vista del campionato, Bari-Brescia (2-0) del 27 febbraio. In quel caso il pubblico biancorosso invase il San Nicola dopo la vittoria di Benevento consentendo al club di raggiungere quota 22.671 spettatori e un incasso più che cospicuo…

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...