L’Alba Sannio affonda in casa dell’Internapoli

174

alba-sannioIrriconoscibile l’Alba Sannio che affonda in casa dell’Internapoli con un netto 3 a 0. La formazione di Suppa disputa la più brutta prestazione del campionato. L’intera squadra e tutti i reparti commettono grosse ingenuità che permettono ai napoletani di trovare la strada spianata verso la vittoria. Il portiere Abbatiello regala a Brancaccio la palla del 2 a 0. La difesa soffre sulle fasce, specialmente a destra, dove Lepre è bravo a sbloccare il risultato. Il centrocampo con Chierchia e Battimelli non trova la giusta quadratura, perdendo quasi sempre i contrasti e palloni, favorendo l’offensiva avversaria. Gli esterni alti (Montoro e Sommella) spingono poco e quelle poche volte che lo fa Montoro viene chiuso da Cristilli, tanto che Suppa nel secondo tempo decide di cambiarli. Gioielli e Marucci, isolati non sono riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Vaccaro tranne in qualche circostanza del secondo tempo. Sarà l’ondata di caldo, la stanchezza nelle gambe dopo tante partite, oppure l’incapacità di gestire la fase più delicata di questo campionato ma l’Alba giovedì in casa contro un Ercolano, già spacciato e ultimo in classifica ha l’opportunità di conquistare i play off. Il sogno dei play off è ancora possibile perché le due inseguitrici Monte di Procida e Sanità hanno entrambe pareggiato, la prima 0 a 0 in casa con il San Vitaliano e la seconda 1 a 1, sempre in casa con lo Striano. L’altro dato fondamentale che permette ai sanniti di tenere viva la speranza play off è il distacco di 8 punti dal Volla, seconda in classifica che si è imposta per 3 a 0 sul campo dell’Ercolano. Con questo distacco, come prevede la regola dei play off introdotta dal Comitato Regional Campania per quest’anno i play off si disputano se il distacco aumenta più di 8 punti, i play off slittano. In conclusione l’Alba per sognare deve vincere obbligatoriamente. LA CRONACA. Suppa ritrova il difensore 92’ Grande ma perde per infortunio l’esterno alto classe 91’ Izzo che ben si era comportato nelle ultime uscite. Rispetto alla gara con la Sanità due novità nell’undici iniziale, al posto di Izzo c’è il 93’ Sommella mentre Grande torna a fare coppia al centro della difesa con Sacco. Novità che non producono alcun effetto sul piano del gioco. Angolo al 10’ dell’Internapoli battuto da Prisco che serve sul primo palo Signore, che spreca a lato. Sessanta secondi dopo, scambio al limite di prima tra Lepre e Brancaccio, con quest’ultimo che calcia a lato. Al 13’ ci ancora i napoletani pericolosi con il capitano Volpe che impegna dalla distanza con una conclusione chirurgica Abbatiello, il quale si rifugia in corner. Punizione di Gioielli al 22’, Vaccaro blocca in due tempi. Contropiede dei padroni di casa al 29’ con Prisco che ci prova ma Abbatiello fa ottima guardia. Internapoli inarrestabile, Prisco da dentro l’area serve l’accorrente Murolo che conclude centralmente con Abbatiello che ringrazia. Nemmeno il tempo di rifiatare che l’Internapoli colpisce con Lepre che dalla destra supera De Rosa e con un pallonetto supera Abbatiello. La prima frazione si chiude con il diagonale di De Rosa al 32’ bloccato da Vaccaro. Suppa nel secondo tempo cerca di cambiare qualcosa inserendo al posto di Sommella (Crisci) e al posto di Montoro (Panella), la mossa da qualche scossa alla squadra che si rende pericolosa con un traversone di De Rosa al 15’ che Marcucci preferisce fare la sponda di testa per Gioielli, chiuso, invece di inzuccare in rete. Passa un minuto e lo stesso De Rosa cerca la testa di Marcucci, chiuso in uscita da Vaccaro. Alba che ci prova al 22’ con una rimessa laterale lunga di Cocciardo che Marucci controlla di petto ma al momento della conclusione viene atterrato ma l’arbitro fa continuare l’azione. Il raddoppio che taglia le gambe all’Alba arriva al 24’ su errore del numero uno sannita Abbatiello che dopo aver bloccato la sfera serve velocemente il terzino De Rosa che non se ne accorge, Brancaccio, ex di turno è lesto a spedire la sfera in fondo al sacco a porta sguarnita. Suppa tenta il tutto per tutto passando ad una difesa a tre togliendo De Rosa e inserendo Picozzi. Al 32’ Alba sfortunata su punizione di Gioielli, che Vaccaro tocca di quel tanto per far sbattere la sfera contro l’incrocio. Alla prima ripartenza la squadra di Sorrentino chiude i conti con il 93’ Murolo che dal limite si gira bene e piazza la sfera nell’angolino più lontano.

 

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

INTERNAPOLI: Vaccaro, Cozzolino, Cristilli, Iuliano (27’ st Mauro), Imbriaco, Signore, Lepre (40’st De Martino), Volpe, Brancaccio (33’ st Fiorenzano), Murolo, Prisco. A disp. Alcolino, Leone, Dentice, Coppola. All. Sorrentino

ALBA SANNIO: Abbatiello, Cocciardo, De Rosa (27’ st Picozzi), Battimelli, Sacco, Grande, Montoro (1’ st Panella), Chierchia, Marcucci, Gioielli, Sommella (1’ st Crisci). A disp. Adinolfi, Cacciapuoti, Posillico, Stellato. All. Suppa

ARBITRO: Capone Andrea di Palerno
ASSISTENTI: Baccaro Giuseppe di Nocera Inferiore e Di Muoi Carmine di Agropoli

RETI: 31’ pt Lepre, 24’ st Brancaccio, 32’ st Murolo

AMMONITI: Cozzolino, Volpe, Brancaccio, Mauro (Internapoli).
NOTE: Giornata calda e primaverile. Fondo in erba sintetica e in ottime condizioni. Spettatori oltre duecento, di cui una folta rappresentanza albigese. ANGOLI: 4-2 per l’Internapoli. Recupero: 0’, 4’.

 

A cura di Stefan Ionut di Nuzzo

CONDIVIDI