La Virtus Goti sbanca Ponte con un gol di Ferraro: ora testa ai play off

24

PONTE – Nel match che segna la fine della regular season, la Virtus Goti si impone all’Ocone di Ponte con un gran gol di Ferraro al 37′ della prima frazione e brinda al terzo posto. La squadra di Facchino corona così un campionato ben al di sopra le aspettative che vivrà la degna e meritata appendice dei play off. Per il Ponte, invece, inevitabili i play out contro il Cimitile che rappresenteranno un vero e proprio bivio per il prossimo futuro dei giallorossi. Gara equilibrata, quella dell’Ocone, caratterizzata da folate improvvise e da un paio di ottimi interventi da parte del numero uno di casa Antonio Del Ciampo, provvidenziale prima del destro dalla distanza di Ferraro che ha deciso il match ma anche subito dopo sulla conclusione di Diglio che avrebbe potuto chiudere definitivamente la sfida già nel primo tempo. Dall’altro lato poche vere occasioni da rete, ma solo rammarico per qualche potenziale opportunità non concretizzata negli ultimi sedici metri. Gara corretta come testimonia l’assenza di ammonizioni e portata a conclusione in un clima di grande fair play. La fase ad eliminazione diretta, del resto, è dietro l’angolo per entrambe le squadre, seppur con ambizioni ed obiettivi diametralmente opposti.

PONTE-VIRTUS GOTI 0-1

PONTE: Del Ciampo, Pascale C., Farone, Candrina, Rafdi, Borzillo, Panaggio, Romano, Ciampi, Varricchio, Inglese. A disp. Boffa, Romano, Melillo, Puzella, Gambuti, Pascale P., Fusco. All. Di Sauro.

VIRTUS GOTI: Abbatiello, Pace, Capone, Savarese, De Lucia, Bernardo, Della Ratta, Florio, Simone, Diglio, Ferraro. A disp. Mauro, Nostrale, Trama, Caputo, Palma, Vigliotti, Annunziata. All. Facchino.

ARBITRO: Luca Chianese di Napoli

ASSISTENTI: Giovanni Cricco e Antonio Mauro Carrieri di Napoli

MARCATORI: 37’pt Ferraro (VG)

Guarda la foto gallery della partita

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...