La parola agli ex:Gigi Molino

186

Gigi MolinoIn attesa dell’incontro Foggia-Benevento, in programma Domenica 4 Settembre 2011 ore 15.00 allo Zaccheria e valevole per la prima giornata del campionato di Lega Pro Prima Divisione girone A, abbiamo intervistato un doppio ex: Gigi Molino. Attaccante di spessore, ha vestito la casacca rossonera per tre stagioni (1999/2000; 2000/2001; 2001/2002), durante le quali ha totalizzato 52 presenze e 31 gol, invece nel Sannio è sbarcato nella stagione 2003/2004 accumulando 28 presenze e mettendo a segno 11 reti grazie alle quali il “Drago” stava trascinando il Benevento in serie B. Nella stagione successiva (2004/2005) sono state 26 le presenze e ha timbrato il cartellino per 10 volte.

Ciao Gigi, alla luce di quelle che sono state le operazioni di mercato portate a termine dalle due Società, puoi darci un tuo giudizio ?

Nonostante la squadra sia molto diversa rispetto allo scorso anno, il Foggia ha cercato di dare continuità mantenendo una linea verde, acquistando molti giovani, alcuni dei quali provenienti dall’Atalanta. Per quanto riguarda il Benevento, credo abbia fatto un buon mercato, comprando giocatori buoni per la Prima Divisione.

Quale sarà il ruolo che le due compagini reciteranno in questo campionato ?

Il Benevento sicuramente farà un campionato di vertice, può farlo, nonostante parta con l’handicap della penalizzazione di 6 punti. Molto dipenderà dalla partenza, infatti per colmare questi 6 punti, dovrà cercare di portare a casa 3-4 vittorie di fila e a quel punto tutto potrà succedere, ma se comincia fin dall’inizio a stentare, questi 6 punti potrebbero diventare molto pesanti.

Quali sono i ricordi più belli che hai delle due piazze ?

Entrambe sono due grandi piazze, blasonate e porto con me ottimi ricordi in quanto in entrambe sono riuscito a segnare parecchio. Mi ricordo un Foggia-Benevento dove c’era il pubblico delle grandi occasioni a me un po’ ostile forse perchè avevo lasciato la squadra in malo modo e in quella occasione mi capitò di tirare un rigore proprio sotto la curva del Foggia e non lo sbagliai facendo anche lo “scalino”. Questo è l’episodio che ricordo molto volentieri.

Abbiamo saputo che qualche mese fa hai conseguito il patentino di Direttore Sportivo. Innanzitutto tanti auguri da parte nostra, volevamo sapere perchè la scelta di diventare Direttore Sportivo e non Allenatore ?

Ma perchè gli allenatori sono quasi tutti stressati in quanto troppo impegnati nel fare scelte di formazione e questo non si addice al mio carattere. Ho iniziato come Ds a Campobasso l’anno scorso, poi, quando è iniziato il corso a Coverciano, ho dovuto lasciare perchè dovevo stare a Firenze. Adesso sono in attesa di trovare qualche sistemazione.

Un’ultima domanda. Dacci un tuo pronostico sul match di Domenica ?

Secondo me Domenica il Benevento puo’ tranquillamente vincere, perchè nelle prime partite le squadre si devono ancora assestare. Il Foggia sicuramente non è quello dell’anno scorso, quindi il Benevento può vincere. Non penso che perderà perchè significherebbe perdere contro una squadra di ragazzi molto giovani.

Sei stato gentilissimo, grazie per la disponibilità, un grosso in bocca al lupo. A risentirci…

 

 

 

A cura di   Giulio Maria Vallone

CONDIVIDI