La Miwa si aggiudica la finale regionale ASI under 18 La squadra di coach Rotondi conquista il primato dopo tre supplementari

3

La Miwa si aggiudica la finale regionale ASI under 18

La squadra di coach Rotondi conquista il primato dopo tre supplementari

SannioSport.it

Grandissima vittoria nella finale regionale under 18 ASI per la Miwa Energia Cestistica Benevento, che si impone sugli avversari della Pallacanestro Capua dopo ben tre tempi supplementari, coronando una grande stagione con la vittoria del campionato.

Il gruppo allenato dal coach Nicola Rotondi, impegnato anche nel campionato FIP under 19 Silver, ha concluso la stagione regolare al primo posto con un record di otto vittorie e sole due sconfitte, aggiudicandosi l’accesso diretto alle semifinali playoff, in cui i sanniti hanno avuto la meglio sulla Olympia Maddaloni.

In finale, invece, i cinghiali hanno affrontato la Pallacanestro Capua sul campo neutro di Santa Maria a Vico. Dopo la prima frazione chiusa sul 19-12 in favore di Capua, la Miwa è riuscita a rientrare, andando all’intervallo lungo sul punteggio di 33-31. Nel terzo periodo, però, gli avversari allungano nuovamente, ritrovando la doppia cifra di vantaggio. I ragazzi di coach Rotondi, comunque, non si danno mai per vinti e nei minuti finali riescono ad agguantare la parità assoluta, rimandando ogni verdetto all’overtime.

Nei tempi supplementari, i valori in campo si equivalgono e nessuna delle due squadre riesce a dare uno strappo alla gara. Si arriva, così, al terzo overtime, in cui la compagine beneventana riesce a prendere il largo, trascinata da un super Mercurio, affiancato dall’egregio lavoro dei compagni di squadra. Sulla sirena definitiva, dunque, la Miwa si impone 90-83, conquistando un meritatissimo primo posto.

 

Le impressioni di coach Rotondi sulla vittoria in finale e sul percorso di crescita avuto dalla squadra:

“È stata una partita senza esclusioni di colpi, dettata dalla maturità e dalla tenacia dei ragazzi che non hanno mai mollato, soprattutto quando erano sotto di doppia cifra. Con pazienza hanno recuperato il match nei momenti finali dei tempi regolamentari; che non li hanno mai visti vinti nell’animo. Poi sono arrivati a giocarsi il tutto per tutto nei successivi 3 tempi supplementari, nei quali, con grinta e con fame hanno conquistato la vittoria.

La vittoria del campionato corona un traguardo raggiunto come gruppo, come premio per i tanti sacrifici fatti e per il lavoro svolto durante l’anno, ma soprattutto dà una grande consapevolezza di cosa sono in grado di fare questi ragazzi come gruppo.

Sono stato fortunato ad avere un gruppo così; da loro ho imparato tanto, sia da un punto di vista tecnico/mentale ma soprattutto da un punto di vista umano, creando rapporti indissolubili con tutti e creando fiducia l’uno con gli altri.

Inoltre, questa vittoria deve essere non un arrivo ma un punto di partenza, un punto da cui bisogna ripartire con umiltà e la consapevolezza di doversi sempre migliorare e crescere, crescere sempre di più, lavorando sodo e dando sempre il massimo. Questo è essere Miwa, insieme più grandi!”