L’Aries Castelvenere forse ha concluso la sua storia calcistica il 19 settembre 2011.

286

Aries CastelvenereQuesto giorno era stato fissato per integrare la società, per inserire nuovi personaggi nell’organico societario;il consigliere delegato allo sport Di Santo Ugo aveva indetto delle riunioni pubbliche, la prima il 9 settembre (forse un po’ tardi), per discutere dello sport nel paese ma esclusivamente del calcio. In quelle riunioni si è discusso solo dell’operato dell’attuale società che a detta anche del consigliere comunale Di Santo non avrebbe operato nei modi giusti negli ultimi anni. L’Aries Castelvenere si è impegnata a costruire una squadra di giovani ragazzi ed è riuscita dopo quasi venti anni a partecipare di nuovo ad un campionato allievi calcio a 11, negli anni precedenti è stato campione provinciale di calcio a 5 nella categoria giovanissimi, nel 2010 ha ricevuto dal Coni la stella di bronzo al merito sportivo.

L’obiettivo primario dell’Aries Castelvenere è sempre stato quello di far divertire i nostri ragazzi, cercando di allontanarli quando più possibile dalle fuorvianze della strada e della nostra frenetica società, educandoli alla disciplina sportiva e favorendo gli scambi socio culturali con altre comunità. Tutto questo, come al solito, contenendo le spese , anche in considerazione che si è preferiti adottare la politica dei calciatori locali , i quali non hanno ricevuto alcun compenso.

L’Aries Castelvenere sta aspettando invano dal 26 giugno una risposta dalla Casa Comunale circa la richiesta di utilizzo dell’impianto sportivo. Non è stato possibile progettare l’anno calcistico 2011/2012 in tempo, anche perché si doveva aspettare queste fantomatiche riunioni. Riunioni (l’ultima il 16 settembre giorno antecedente la chiusura dei trasferimenti) alla quale hanno partecipato persone che volevano entrare nel consiglio direttivo solo per mettersi al comando. Alcuni giocatori non conoscendo il futuro dell’Aries hanno deciso di accasarsi in altre squadre utilizzando l’ultimo giorno utile per i trasferimenti ,la dirigenza è riuscita a trattenerli fino all’ultimo momento ma al fronte delle scadenza dei trasferimenti non ha potuto ostacolare questa loro giusta decisione.

Il 19 settembre l’Aries Castelvenere ha indetto una riunione pubblica per inserire nuovi soci e integrare la società; nessuno di quelli che volevano aiutare il calcio a Castelvenere si è presentato poiché l’attuale consiglio della polisportiva non aveva rassegnato le dimissioni e quindi i “nuovi” non potevano assumere cariche. E’ stata la prova tangibile che il fine delle riunioni fatte fino ad allora non era fare il bene del calcio vennerese ma assumere il comando di una società già costituita ,mettere alle porte il vecchio e ritardarne l’organizzazione. In questa riunione, mortificati dagli eventi e dalla politicizzazione anche del calcio, si sono dimessi il Presidente Iannucci Domencio e il consigliere Pascale Annibale.Nei prossimi giorni il direttivo e i consiglieri rimasti decideranno il futuro dell’Aries Castelvenere.

 

Comunicato Stampa

CONDIVIDI