Tra Juventus e Lazio a sorridere al 93′ sono i biancocelesti

52

ciro immobile lazio juventusLa Juventus parte subito forte in questa Supercoppa che apre ufficialmente la stagione calcistica in Italia, ma dura solo pochi minuti, ben presto è la Lazio a venire fuori sotto i colpi di Milinkovic-Savic, Luis Alberto e Ciro Immobile, l’ex di turno.
Proprio sull’asse Milinkovic-Immobile nasce la prima rete laziale con l’attaccante napoletano, ben servito dal compagno, che dribbla Buffon in uscita, il portierone della nazionale prende però le gambe di Immobile che cade a terra in area.

Rigore sacrosanto sul quale va lo stesso bomber biancoceleste che di destro non sbaglia, nonostante Buffon abbia intuito la direzione del tiro.
Gli avanti juventini, su tutti Gonzalo Higuain, riescono a fare poco o nulla per impensierire la retroguardia laziale, con il pubblico che col passare del tempo inizia a credere sempre più al colpaccio incitando i giocatori biancocelesti in campo come se fossero un solo uomo.
La prima frazione si chiude quindi sullo 0-1 e il risultato è più che giusto.

paulo dybala juventus lazioNella ripresa la Lazio continua a recitare il copione dei primi 45′ e raddoppia ancora con Immobile, abile a impattare di testa il cross dalla destra ad opera di Parolo. La Juventus continua ad essere in bambola, combinando veramente poco. I bianconeri tanto si fanno vedere davanti, quando ormai sembra troppo tardi: a risollevarli è il loro nuovo numero 10, l’argentino Dybala che prima su una splendida punizione e poi su un calcio di rigore comminato per fallo di Marusic su Alex Sandro, porta al pareggio per 2-2 la Juventus.
Sembra mettersi bene per i campioni d’Italia, ma alla fine è stata la Lazio con un sussulto d’orgoglio a impedire la disputa dei tempi supplementari: a confezionare la rete della vittoria ci hanno pensato i subentranti Lukaku (assist) e Murgia (gol).

murgia lazio juventus
Il matchwinner Murgia

Nonostante un forcing finale dei bianconeri con addirittura Buffon nell’area laziale, la rete di Murgia del 3-2 chiude di fatto la partita, permettendo quindi ai “padroni di casa” di vendicarsi della finale persa a maggio in Coppa Italia, e di alzare il quarto trofeo dell’era Lotito dopo due Coppe Italia (2009 e 2013) e la Supercoppa vinta nel 2009.

Per la Juventus si tratta del secondo trofeo consecutivo perso nel 2017 dopo la Champions League sfumata a Cardiff contro il Real Madrid. Ad Allegri toccherà mettere mano e correggere quanto prima i problemi difensivi che in questo primo scorcio di stagione, tra amichevoli e Supercoppa hanno contraddistinto il reparto arretrato orfano di Bonucci.
Per Simone Inzaghi invece si tratta della seconda Supercoppa vinta in carriera dopo quella Primavera vinta sempre con i biancocelesti; primo trofeo però da allenatore senior.
Ora per entrambe le squadre testa al campionato che inizierà tra una settimana esatta.

Primo tempo:

3′ Discesa di Alex Sandro sulla sinistra, palla nell’area piccola per il taglio di Cuadrado che in scivolata calcia in porta, Strakosha devia in angolo. Sugli sviluppi dell’angolo ci riprova Dybala con il portiere laziale che respinge nuovamente, poi nel tentativo di liberare, la palla finisce nuovamente in angolo.

4′ Assedio juventino, questa volta a calciare in porta e a vedersi la conclusione finire in corner deviata da Strakosha, è Higuain che ci prova di sinistro di controbalzo appena dentro l’area.

11′ La Lazio ci prova con un tiro dalla distanza di Luis Alberto, destro alto che finisce nella curva occupata dai tifosi bianconeri.

17′ Rovesciata di Immobile nell’area piccola, la palla colpisce Benatia, i tifosi chiedono il rigore perché vedono un tocco di mano, ma il difensore bianconero ha ricevuto in faccia il pallone.

29′ Milinkovic-Savic conquista palla poco fuori l’area difesa dalla Juventus, si libera e lascia partire un forte destro che però finisce alto.

30′ Rigore per la Lazio: Immobile riceve una palla filtrante da Milinkovic-Savic e si invola in area, Buffon inevitabilmente per fermarlo mentre l’ex di turno cerca di aggirarlo, lo atterra e viene ammonito. Sul dischetto va lo stesso Immobile che calcia alla sinistra di Buffon rasoterra, il portiere della nazionale intuisce ma non ci arriva, Lazio in vantaggio 1-0.

34′ Doppia occasione per la Lazio di raddoppiare: prima con Basta servito nell’area piccola di tacco da Milinkovic-Savic, la conclusione del ceco viene respinta, e sulla respinta, fuori area, calcia da lontano di destro Luis Alberto, Buffon alza le mani e manda in angolo.

Secondo tempo:

8′ Lazio che raddoppia ancora con Immobile, abile a impattare bene di testa un cross proveniente dalla destra di Parolo, Buffon non si è neanche mosso sulla conclusione.

15′ Milinkovic-Savic lancia Lulic sulla sinistra, questi in area serve Immobile ma l’attaccante napoletano viene anticipato dall’uscita bassa di Buffon che fa subito ripartire i suoi.

19′ Punizione per la Juventus da fuori area, sulla palla Dybala e Pjanic, calcia quest’ultimo di destro, la palla supera la barriera ma esce fuori, scendendo solo dopo aver superato la traversa.

22′ Douglas Costa si accentra dalla destra e prova il tiro in porta di sinistro, centrale e facile per Strakosha.

31′ Parolo serve Luis Alberto che scarica un forte destro da fuori, Buffon devia in angolo.

33′ Pjanic da fuori area di destro, palla alta in curva.

39′ Punizione dal limite con Parolo che atterra Dybala, sulla palla va lo stesso numero 10 argentino che tiene fede alla sua maglia calciando uno splendido piazzato sinistro sul quale Strakosha non riesce ad arrivare, riaprendo il match a pochi minuti dalla fine.

45’+1′ Calcio di rigore per la Juventus: Alex Sandro anticipa Marusic che lo tocca commettendo fallo. Sul dischetto va Dybala che sempre di sinistro non sbaglia spiazzando nettamente Strakosha: palla da una parte e portiere dall’altra per il pareggio insperato della Juventus.

45’+3′ Incredibilmente la Lazio riprende la partita e si porta nuovamente in vantaggio con Murgia, prodotto delle giovanili laziali che va ad esultare sotto la curva, il cross dalla sinistra era stato di Lukaku: un gol proveniente dalla panchina.

Il tabellino:
Juventus – Lazio 2-3
Reti: 31’pt Immobile rig. (L), 8’st Immobile (L), 39’st Dybala (J), 45’+1’st Dybala rig. (J), 45’+3’st Murgia (L).

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Barzagli, Benatia (11’st De Sciglio), Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (11’st Douglas Costa), Dybala, Mandzukic (26’st Bernardeschi); Higuain.
A disp.: Pinsoglio, Szczesny; Rugani, Lichtsteiner; Marchisio, Asamoah, Bentancur, Sturaro; Kean.
All.: Massimiliano Allegri.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta (28’st Marusic), Parolo, Lucas Leiva (34’st Murgia), Luis Alberto, Lulic (29’st Lukaku); Milinkovic-Savic; Immobile.
A disp.: Guerrieri, Vargic; Hoedt, Patric, Luiz Felipe, Di Gennaro, Felipe Anderson; Palombi, Caicedo.
All.: Simone Inzaghi.

Arbitro: Sig. Davide Massa della sezione AIA di Imperia.
Assistenti: Sigg. Filippo Meli della sezione AIA di Parma e Antonio Damato della sezione AIA di Barletta.
Addizionali: Sigg. Massimiliano Irrati della sezione AIA di Pistoia e Andrea Crispo della sezione AIA di Genova.
Angoli: 7-7 (Pt 2-5)
Ammoniti: 30’pt Buffon (J), 41’pt Lucas Leiva (L), 7’st Mandzukic (J), 28’st Pjanic (J), 39’st Parolo (L), 44’st Immobile (L)
Recupero: Pt 0′, St 4′.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.