Italia-Nuova Zelanda, il rapper Shark Emcee incoraggia Canna a modo suo (VIDEO)

Il test match dell'ItalRugby che si giocherà domani allo stadio Olimpico di Roma, vedrà un sannita giocare contro la Nuova Zelanda.

120

carlo_canna2Domani 12 novembre allo stadio Olimpico di Roma si giocherà Italia-Nuova Zelanda: la nazionale italiana di rugby affronterà quindi la nazionale più forte di sempre, conosciuta anche come “All Blacks” per la divisa interamente nera.

Nella rosa degli azzurri della palla ovale, sarà presente e giocherà titolare il beneventano Carlo Canna. Nato il 25 agosto 1992 nel nostro capoluogo, Canna agisce come mediano d’apertura, e nel 2014-15 quando arrivò alla semifinale scudetto con le Fiamme Oro, vinse anche il premio di Miglior giocatore del campionato.

Sempre tesserato nelle Fiamme Oro (visto che è arruolato in Polizia), Canna la stagione scorsa è stato ingaggiato nella franchigia italiana “le Zebre” che gioca allo stadio Lanfranchi di Parma e milita nel campionato Pro12, competizione nella quale partecipano squadre provenienti da quattro nazioni: Italia, Galles, Irlanda e Scozia. L’altra squadra italiana che partecipa a questo prestigioso campionato è la Benetton Treviso.

A fare i propri auguri per la gara di domani al rugbista sannita ha provveduto sulla sua pagina Facebook, il rapper Fabio Fallarino in arte Shark Emcee, con un video (clicca qui per vederlo) in cui pubblicizza anche il concorso “Musica contro le Mafie” al quale Shark partecipa insieme ai Sancto Ianne con il video “Guardame Sienteme”. Il vincitore del concorso avrà poi l’opportunità di esibirsi a Casa Sanremo tra il 3 e l’11 febbraio durante il periodo dell’omonimo festival musicale nazionale.

Per quanto riguarda invece la nostra nazionale allenata dal CT irlandese Conor O’Shea, quest’ultimo, insediatosi a maggio 2016, ha affermato di volerla rendere l’Italia più forte di sempre, e in questo si avvarrà del contributo del nostro Carlo Canna.
Affrontare i due volte campioni del mondo degli All Blacks per l’ItalRugby non è mai stata impresa facile, visto che in 12 incontri ha conseguito 12 sconfitte (la prima il 24 maggio 1987 per 70-6 e l’ultima il 17 novembre 2012 per 42-10); affrontarla domani sarà oltremodo difficile, visto che i neozelandesi, dopo un filotto di 18 vittorie consecutive, recentemente sono stati battuti per 40-29 dalla nazionale irlandese.
Obiettivo degli All Blacks sarà quindi riprendere la striscia vincente di risultati.

Per quanto riguarda i prossimi impegni della nazionale azzurra, il 19 novembre a Firenze ospiterà il Sudafrica (soprannominati gli Springboks) e il 26 novembre a Padova affronterà la nazionale di Tonga (sulla carta gara più facile).
Italia – Nuova Zelanda andrà in onda alle ore ore 15 su DMAX (canale 52 del digitale terrestre) commentata da Antonio Raimondi e Vittorio Munari.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.