Imbriani: Lumezzane e Reggiana ci hanno fatto giocare, difficile lo faccia il Foligno che si chiude in difesa persino in casa.

156

Oggi per il Benevento, al posto delle consuete sedute d’allenamento, c’è stata un’amichevole a porte aperte sul sintetico dell’Antistadio Santa Colomba contro l’Atletico Benevento, società militante nel campionato regionale di Promozione.
Nel primo tempo è scesa in campo la squadra titolare per l’Atletico, nel secondo invece la squadra Juniores.
Il Benevento con Imbriani in panchina e Jorge Martinez che in campo dirigeva i giallorossi, facendo anche da arbitro.
Data la ripresa di Cia e Pintori, sulle fasce è tornata l’abbondanza e i due mister hanno concesso poco meno di mezz’ora a testa a tutti gli esterni scesi in campo.

Il risultato dell’amichevole è stato di 10-2 con doppietta di Montini, tripletta di Altinier e gol di Carretta, De Vezze, Kanouté, Pintori, La Camera.

Dopo l’amichevole, per il consueto appuntamento settimanale del giovedì con la stampa, si è presentato mister Carmelo Imbriani.

Sappiamo che domenica è una partita difficilissima perché, a differenza di Lumezzane e Reggiana che ci hanno fatto giocare, il Foligno, di cui ho visto l’ultima partita in video, chiudendosi in difesa anche in casa, sicuramente lo farà anche da noi.
I ragazzi stanno tutti bene, si stanno conoscendo meglio tra loro, e assimilano tutto quello che gli proponiamo.

Per un allenatore l’abbondanza è sempre un bel problema, e poi un po’ di sana rivalità tra giocatori non guasta mai.
Avendo 6 esterni ho fatto giocare mezz’ora a testa ad ognuno, proprio perché c’è sovrabbondanza.
Vedremo chi di loro potrà far più male domenica, sperando anche di non sbagliare noi nelle nostre scelte. 
Già domani mattina le idee saranno un po’ più chiare anche se, mi ripeto, è dura scegliere questa settimana.

Mi auguro che domenica torni serenità tra squadra e pubblico dopo questi ultimi risultati; ai tifosi chiedo pazienza perché già so che il Foligno non ci farà giocare come vorremmo.
Non vorrei sentire nemmeno un fischio da parte del pubblico, anche se so che il tifoso di per sé è passionale, quindi qualcuno potrà anche capitare se non arriverà quanto prima il risultato che tutti si aspettano, spero comunque che al 90′ saremo tutti sotto la curva a festeggiare.

In entrata, a parte qualche scambio non ci sarà altro, a meno che qualcuno dei 25 giocatori non ci chieda di andarsene.
Insomma può succedere di tutto come non può succedere niente, ma più che altro spero che domani ci ridiano qualche punto dal TNAS.

Zandrini è andato in prestito alla Reggina?
Ah, non lo sapevo, ma non ne parliamo: al Foggia mancavano 7 titolari e si è visto poi com’è andata.

Facendo un riepilogo sulle gare fatte finora, sicuramente non mi aspettavo questi  risultati: 6 partite e 5 vittorie, anche se forse abbiamo perso quella più facile sulla carta.
Il carattere in una squadra è importantissimo, senza di quello e col solo palleggio non riusciremo a vincere sul Foligno o con altre squadre. 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.