Imbriani: Io credo ancora nei playoff, ci sono ancora 9 partite e 27 punti in palio.

147

Carmelo Imbriani, allenatore del Benevento.

Nei primi venticinque minuti abbiamo fatto noi la partita, abbiamo avuto diverse occasioni ma ci siamo fatti prendere dal nervosismo.
Oggi l’importante per noi era tornare alla vittoria  e recuperare l’autostima persa nelle tre sconfitte precedenti.

Siamo consapevoli di quello che creiamo e facciamo, il nostro campionato non è ancora finito.

Sicuramente abbiamo fatto cose buone ma ci è mancato ancora una volta l’ultimo passaggio; come sempre abbiamo fatto un buon possesso palla e non abbiamo mai perso la testa, fortunatamente la testa l’ha persa uno dei loro difensori che ha colpito il nostro attaccante, regalandoci finalmente un po’ di fortuna.

La tensione da parte di tutti era abbastanza alta, per me e Jorge Martinez che siamo alla prima esperienza come allenatori non era affatto facile gestirla. In settimana ci siamo mostrati forti davanti ai nostri ragazzi, ma quando arriva la domenica e il 90′ si avvicina e tu non riesci a segnare, la calma viene inevitabilmente a mancare.
Dopo il fallo da rigore, io e Jorge abbiamo cominciato a correre verso il guardalinee, ,a io mi sono fermato e lui ha continuato, sembrava Mazzone ai tempi d’oro. Meno male che alla fine il rigore è stato assegnato ed è andata bene.

Il gruppo è bello e unito, portare a casa la vittoria era il nostro obiettivo.
Ora ci rilasseremo un po’, per poi tornare ad allenarci martedì tutti più tranquilli per concentrarci al meglio per la prossima partita casalinga.  
Mi spiace per Kanouté che doveva entrare ma poi è rimasto in panchina, sembra che capitano tutte a lui, ma ci servivano a tutti i costi i tre punti. Quando non trovi la via del gol, cerchi sempre di cambiare qualcosa o di inventartela, c’è bisogno di ritornare al più presto a quella che era la nostra mentalità di qualche settimana fa.
Oggi ho dato una possibilità in avanti a Montini, perché dopo la tribuna di Sorrento, l’ho visto allenarsi molto bene in settimana e come dico sempre chi si allena bene, merita di giocare la domenica successiva.

Io ci credo sempre ai play-off: ci sono ancora 9 partite e 27 punti in palio.
Ma pensiamo prima a fare i tre punti noi, e poi diamo uno sguardo a quello che fanno sugli altri campi.
Cerchiamo di non sbagliare in casa e di fare qualche colpo in trasferta così da migliorarci sempre più.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.