Il punto – Incredibile ma Vero(na). Lo Spezia ha l’uomo in “Piu”

73

Il sesto turno di serie B è andato in archivio ieri sera con il primo successo stagionale del Perugia. Bucchi scaccia via i fantasmi grazie a Nicastro, autore del gol vittoria contro una Spal giunta alla quarta gara consecutiva senza successi. I grifoni scavalcano proprio i ferraresi e lasciano all’Avellino l’ultimo posto in solitaria della classifica. Gli irpini non vanno oltre il pari a occhiali in casa del Vicenza e condividono con Trapani e Latina lo zero nella casella della vittorie. L’undici di Cosmi assapora dopo cinque pareggi di fila l’amaro gusto della sconfitta per mano di una Salernitana che ritrova vittoria e Donnarumma, autore del definitivo due a zero. Terzo segno ics consecutivo, invece, per il Latina, bloccato sul pari dalla Ternana al “Francioni”.

Fonte foto: acspezia.com
Fonte foto: acspezia.com

Zero in colonna anche per Benevento e Spezia ma in questo caso bisogna consultare la voce “sconfitte”. Le formazioni di Baroni e Di Carlo sono le uniche in serie B a non aver ancora lasciato i tre punti alle avversarie. I giallorossi si regalano un sabato da ricordare, andando a espugnare il “San Nicola” di Bari con un netto quattro a zero. Stregoni terzi e con undici punti al proprio attivo, uno in più dei liguri reduci dal successo di misura contro un Novara atteso al “Vigorito” nella prossima giornata. Match winner Alessandro Più, stellina del vivaio dell’Empoli, approdato quest’anno allo Spezia.

Sconfitte, vittorie e pareggi naturalmente, perchè l’unica compagine a non aver ancora fatto registrare segni ics è la capolista Cittadella. La marcia degli uomini di Venturato si è però arrestata al cospetto del Brescia di Brocchi, capace di sbancare il “Tombolato” con un super Morosini. Ne approfitta il Verona, distante adesso solo due lunghezze dalla prima posizione. Alla truppa di Pecchia bastano due contestati rigori trasformati da Pazzini per aggiudicarsi lo scontro diretto con il Frosinone che vale il terzo successo negli ultimi 270′ disputati. L’altra retrocessa dalla A, il Carpi di Castori, torna a vincere dopo cinque giornate piegando il sorprendente Entella.

Prosegue la favola del Pisa. Nel silenzio dell’Arena Garibaldi, i ragazzi di Gennaro Gattuso battono l’Ascoli e festeggiano il successo affacciandosi dalle gradinate dello stadio per condividere la gioia con i tifosi assiepati all’esterno della struttura. Tra le delusioni di avvio stagione, infine, troviamo il Cesena, mandato al tappeto da Mustacchio della Pro Vercelli e atteso questo pomeriggio dal recupero di Ascoli.

Fonte foto: acspezia.com

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.