Il Benevento ha battuto la Triestina 2-1 garantendosi un posto nei quarti di finale dei play-off

17
ciciretti goal
foto sanniosport.it

Il Benevento ha battuto la Triestina 2-1 nello stadio Vigorito, garantendosi un posto nei quarti di finale dei play-off. La partita è iniziata con un colpo di scena: dopo soli tre minuti, la Triestina è passata in vantaggio grazie a un gol di testa di Malomo, frutto di uno schema su calcio piazzato. Tuttavia, il Benevento ha reagito rapidamente e, al 9′ minuto, ha trovato il pareggio con un sinistro preciso di Ciciretti che ha lasciato senza scampo il portiere avversario Matosevic. Poco dopo, al 16′, Perlingieri ha siglato il gol del vantaggio per il Benevento con una conclusione dal limite dell’area, portando il punteggio sul 2-1.

La partita è proseguita con un ritmo intenso, con entrambe le squadre che hanno cercato di creare occasioni da gol. Nel primo tempo, il portiere del Benevento, Paleari, ha effettuato due interventi decisivi su conclusioni ravvicinate di D’Urso e Minesso, mantenendo il vantaggio per i giallorossi.

Nel secondo tempo, la Triestina ha cercato il pareggio, andando vicina al gol con Redan che ha colpito il palo al 47′. Tuttavia, il Benevento ha continuato a difendere con determinazione. Nonostante i vari cambi effettuati da entrambe le squadre per modificare l’andamento della partita, nessun altro gol è stato segnato. In particolare, il Benevento ha effettuato il primo cambio al 65′, inserendo Ciano al posto di Ciciretti, e successivamente ha sostituito Agazzi e Perlingieri con Meccariello e Talia al 71′.

Negli ultimi minuti di gioco, il Benevento ha avuto alcune occasioni con Simonetti e Lanini, ma entrambe le conclusioni sono finite alte sopra la traversa. Anche Karic, entrato al posto dell’infortunato Viscardi, ha avuto un’opportunità ma ha sparato alto da una buona posizione.

Il match si è concluso con quattro minuti di recupero, ma la Triestina non è riuscita a trovare il gol del pareggio, con il Benevento che ha difeso il vantaggio fino al fischio finale.

Le formazioni iniziali erano:

  • Benevento (3-4-3): Paleari; Berra, Capellini, Viscardi (33’st Karic); Improta, Agazzi (26’st Meccariello), Nardi, Simonetti; Ciciretti (20’st Ciano), Perlingieri (26’st Talia), Lanini. A disposizione: Manfredini, Giangregorio, Benedetti, Masciangelo, Kubica, Marotta, Ferrante, Rillo, Starita, Carfora, Bolsius. Allenatore: Auteri.
  • Triestina (3-4-2-1): Matosevic; Struna, Malomo (19’pt Moretti), Rizzo; Germano (33’st El Azrak), Vallocchia (1’st Fofana), Correia, Petrasso (27’st Pavlev); Minesso (1’st Vertainen), D’Urso; Redan. A disposizione: Diakite, Vadjunec, Gunduz, Anzolin, Lescano, Ciofani, Jonsson, Ballarini, Celeghin, Crosara. Allenatore: Bordin.

L’arbitro della partita è stato Costanza di Agrigento, assistito da D’Angelo di Perugia e Colaianni di Bari. Il quarto ufficiale era Bordini di Bassano del Grappa, mentre VAR e AVAR erano Gariglio di Pinerolo e Gualtieri di Asti.

La partita si è aperta con un minuto di raccoglimento in memoria di Cesare Fogliazza, direttore generale della Pergolettese. Ora il Benevento si prepara per il prossimo incontro dei play-off, con il sorteggio degli accoppiamenti che avverrà domani mattina.