Gli Auguri di Michele Ruscello, fondatore dell’Accademia Volley Benevento

338

Il 2010 volge al termine e, con l’anno nuovo, l’Accademia Volley festeggerà i suoi primi 25 anni di attività.
Sinceramente, quando realizzai “La storia della pallavolo a Benevento” e mi resi conto che la famosa “Grippo” aveva avuto poco più di 10 anni di vita, non credevo proprio che si potesse raggiungere questo traguardo.
Ciò mi riempie di orgoglio e di felicità perché sono e siamo riusciti a realizzare un qualcosa di veramente importante per la mia città e per i suoi giovani: l’Accademia Volley ha contribuito notevolmente, unica nel suo ambito, a dare lustro a Benevento in ambito nazionale.
Siamo riusciti ad ottenere risultati sul campo, ad organizzare manifestazioni ed eventi e a ricevere incarichi che nessuna società pallavolistica a Benevento è riuscita minimamente a conseguire: tanti sono i campionati vinti, dalla prima divisione alla serie A2, improponibili i confronti provinciali a livello giovanile, la beachvolleycup che ha portato a Benevento il campionato italiano, la Girl League e che dire degli innumerevoli incarichi federali.
Non ultimo, l’impegno che l’Accademia Volley ha profuso nella cultura, nel ricordo del passato, nei rapporti con la scuola e le istituzioni: quante pubblicazioni sono state realizzate, il “Premio Castracane” e il ricordo per Alfredo Amato, i progetti realizzati nelle scuole e la continua collaborazione con il CONI e l’Ufficio Educazione Fisica del Provveditorato agli Studi per i Giochi Sportivi Studenteschi.
E che dire del sito internet che vede quotidianamente centinaia di visitatori da tutta Italia con i milioni di ricordi fotografici disponibili e i comunicati stampa diffusi quasi giornalmente?
Ma il risultato più importante che l’Accademia Volley ha realizzato è stato quello di avere dato la possibilità di praticare la pallavolo a qualsiasi livello, dall’amatoriale al professionismo, ai ragazzi non solo di Benevento ma anche della provincia e della regione.
Come c’è riuscita l’Accademia è presto detto: educazione, rispetto, lealtà, correttezza e impegno sono stati i postulati da me indicati a tutte le persone che, a mano a mano che l’Accademia mieteva successi e si avvicinavano, avevano voglia di lavorare realmente senza manie di protagonismo e senza il solito vittimismo.
Ho continuamente cercato di trasmettere a tutti che non bisognava mai farsi condizionare negativamente dai detrattori, lo “sport” principale di tanti è parlare male degli altri, ma, al contrario, caricarsi e riflettere molto sulle azioni da intraprendere con la forte consapevolezza di dover abbattere tutte le difficoltà che si sarebbero inevitabilmente presentate. Il bicchiere mezzo pieno, e non mezzo vuoto, ci permette anche di riempirlo.
Ho sempre avuto dei sogni da realizzare e, finché avrò vita, ne avrò sempre!
Purtroppo, da qualche anno, gli impegni di lavoro non mi permettono più di essere in prima linea ma, nei limiti del possibile, sono sempre pronto ad aiutare l’Accademia. Non credo che riuscirò mai a staccarmi del tutto, ma è giusto che si permetta ai giovani di proseguire il cammino che è costato tanta fatica.
Buon compleanno Accademia e buon anno a tutti
Michele Ruscello

CONDIVIDI