Gioca il Benevento, la Federazione anticipi la Seconda Categoria

280

BeneventoCatania è uno di quegli appuntamenti cerchiati in rosso sul calendario. Una partita che potrebbe valere un altro importante pezzo di quel puzzle a tinte giallorosse che molti stanno focalizzando nel proprio immaginario. Un appuntamento al quale non mancare perché tanta è la voglia di fare la storia, di prendersi una rivincita contro tutto e tutti dopo tante, troppe delusioni che ancora bruciano e marchiano la pelle dei sanniti.

Atletico Benevento-San GiovanniDomenica, cascasse il mondo, bisognerà gremire gli spalti del “Vigorito” per incitare la Strega, cosa potrebbe mai andare storto? Il mancato buonsenso di una Federazione ad esempio, a volte fin troppo sorda e cieca quando bisogna prendere delle decisioni.

Stando a quanto pubblicato nel programma provvisorio del prossimo fine settimana, infatti, la partita del Benevento resterà un tabu per molti dirigenti, allenatori e calciatori impegnati in Seconda Categoria. In concomitanza con la quartultima giornata di campionato sarà obbligatorio giocare in contemporanea tutte le partite e in quel di Napoli hanno pensato bene di fissare gli incontri dei gironi A e B di Seconda Categoria per domenica 17 aprile alle ore 16:00. Una vera e propria beffa per tifosi e appassionati che avrebbero voluto non far mancare il proprio supporto per la realizzazione di un sogno.

La speranza è che la Federazione riconosca la distrazione e provveda a venire incontro alle esigenze di molti tesserati, anticipando il turno di campionato al sabato o, per lo meno, fissando il calcio di inizio delle partite alle 15:00. Basterebbe poco del resto, diciamo solo un pizzico di buonsenso. Vedremo se il comunicato ufficiale di giovedì riserverà positive sorprese.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.