Giallorosso mancato, titolare contro la Juventus: Tonev insufficiente

238

Del suo mancato arrivo ancora si mormora all’ombra della Dormiente. Magari un po’ meno dopo la bella prestazione di Verona, ma la squalifica di Cissè ha riportato in auge la vicenda legata ad Aleksandar Tonev. La storia è ormai nota a tutti, quando l’approdo del bulgaro alla corte di Marco Baroni era cosa ormai fatta è arrivato il clamoroso dietrofront. Niente firma con i giallorossi e ritorno a Crotone dove aveva collezionato sei presenze prima di infortunarsi. Ieri è arrivato invece il settimo gettone contro la capolista Juventus. Nicola ha lanciato Tonev dal primo minuto nella gara di recupero ma l’esterno, schierato seconda punta per l’occasione, non ha offerto la prestazione sperata.

Aleksandăr TonevBocciato dai tre maggiori quotidiani nazionali, il bulgaro non ha raggiunto la sufficienza e per la Gazzetta dello Sport (voto 5) è stato addirittura indicato come il peggiore in campo. “Poverino, buttato dentro nel giorno più duro. La maglia da titolare gli pesa e si scolora. Dovrebbe aiutare Falcinelli, in realtà fa ben poco. Roba da «Chi l’ha visto». Bocciato“, è il commento che si legge sulle colonne della rosea. Stesso identico voto per il Corriere dello Sport: “Lampi di generosità, ma è slegato dal gioco“. Va un poco meglio se si sfoglia Tuttosport, dove la votazione di Tonev sale di mezzo punto (5,5): “Pendolare fra trequarti e attacco, si sgonfia di colpo“. Qualità dell’avversario e atteggiamento del Crotone non l’avranno certamente aiutato, ma nel Sannio adesso c’è un pizzico di rammarico in meno per come sono andate le cose.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.