Fuoco incrociato tra Atletico e Casalbergo. Vetrone: «Pronto ad adire per vie legali»

268

Tra Casalbergo e Atletico Benevento tutto era filato liscio come l’olio. Una bella partita, ricca di emozioni e soprattutto combattuta, decisa solo da un guizzo di Danilo Verdicchio all’extra time. Complimenti reciproci per le belle prestazioni e un in bocca al lupo per il futuro. Tutto perfetto almeno fino alla serata di ieri, quando è stato emesso il comunicato del Giudice Sportivo dove veniva riportata la pesante ammenda per il Casalbergo e dove non figurava la squalifica di Latronica, espulso nella semifinale.

VetroneEcco allora montare l’ira della compagine fortorina, affidata come ormai da consuetudine ai social network, vera e propria spada di Damocle sul mondo del calcio. Ne nasce un botta e risposta dai toni decisamente accessi, senza lesinare pesanti accuse che non sono di certo passate inosservate ai diretti interessati. Proprio per questo motivo Claudio Vetrone, presidente dell’Atletico Benevento, ci tiene a fare delle precisazioni in merito.

«Non sappiamo cosa abbia riportato o meno l’arbitro nel referto e come mai la Federazione non abbia comminato la squalifica, sta di fatto che Latronica è stato espulso e per noi non giocherà la finale di domenica. Le chiacchiere le lasciamo volentieri agli altri», commenta il numero uno bianconero, «ci tenevo, inoltre, a diffidare tutti dal parlar male della società Atletico Benevento e dei suoi dirigenti. Sicuramente agirò per vie legali nei confronti di coloro i quali non hanno avuto questa accortezza».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.