Frosinone-Benevento, nessun anticipo: si gioca la vigilia di Natale

208

matusa-di-frosinoneNessun anticipo per Frosinone-Benevento. Contrariamente a quanto si era ipotizzato, il match del Matusa si giocherà il prossimo 24 dicembre e non subirà alcuno spostamento rispetto ai programmi. E’ questa la decisione scaturita dalla riunione che si è tenuta questa mattina in Prefettura a Frosinone. Al vertice, presieduto dal Prefetto, la dottoressa Emilia Zarrilli, hanno preso parte – stando a quanto riporta Ciociaria Oggi –  anche il sindaco Nicola Ottaviani, il patron giallazzurro Maurizio Stirpe, il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, insieme al comandante dei carabinieri, il vicario della prefettura di Benevento, il questore di Benevento e i rappresentanti delle attività commerciali. Questi ultimi avevano infatti richiesto al primo cittadino lo spostamento del match, per evitare di vedere vanificato lo shopping della vigilia di Natale.

Questa la motivazione espressa dal Prefetto: “Deve essere una giornata di festa per tutti e per lo sport in particolare. Da questo tavolo è uscita una decisione determinante che è quella di arrivare a un giorno di festa che accomuni tutti. La conclusione è di confermare orario e giorno, ma che i tifosi siano ben preparati e affrontino la giornata con lo spirito giusto”.

La partita dunque sarà un supporto al commercio e non un ostacolo. L’obiettivo è quello di utilizzarla come volano per la città proprio sotto il punto di vista dell’incremento del commercio. Per questi motivi la proposta è stata quella di attivare dei nodi di smistamento. L’area del Casaleno sarà destinata a zona di sosta, da lì i tifosi potranno spostarsi con le navette. Stessa cosa accadrà in altre zone della città. Questo sistema comporterebbe la chiusura della circolazione solo in un segmento di via Marittima, mentre via Aldo Moro rimarrebbe libera. Tutto ciò, chiarisce Ottaviani, fermo restando decisioni tecniche che verranno prese solo 10 giorni prima della partita.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...