Forza e Coraggio, risollevarsi dopo la battuta di arresto interna

5

Carmine Tommaselli - Forza e CoraggioRisollevarsi dopo la battuta di arresto interna contro il San Tommaso: questo l’imperativo per la Forza e Coraggio che sabato pomeriggio affronta, in quel di Mugnano del Cardinale, il Carotenuto, fanalino di coda della classifica insieme all’Abellinum.

A parlare della sfida in trasferta e della condizione della sua squadra, è il centrale di difesa, Carmine Tommaselli.

Nella sconfitta interna contro il San Tommaso c’è qualcosa da salvare o va subito accantonata per pensare alla prossima sfida?

C’è sempre qualcosa da salvare in ogni gara. Siamo stati sfortunati perché abbiamo perso per un rigore a tempo scaduto dopo essere passati in vantaggio. Il calcio è bello perché ti da subito l’occasione per rifarti e noi possiamo cominciare da sabato contro il Carotenuto.

Che partita ti aspetti a Mugnano anche alla luce delle vostre rispettive situazioni di classifica?

La classifica del Carotenuto non rispecchia la forza della squadra. Detto questo mi aspetto una partita dura: hanno elementi importanti e non vanno presi sotto gamba. Non dobbiamo adattarci a loro ma deve essere viceversa: l’importante sarà il nostro atteggiamento perché sappiamo che quando giochiamo come sappiamo fare possiamo portare a casa la vittoria.

Viste le vostre ultime prestazioni, possiamo dire di aver già visto la vera Forza e Coraggio e, in caso negativo, quando credi che verrà fuori tutto il potenziale?

La vera Forza e Coraggio è quella che entra in campo con l’atteggiamento giusto, fa la partita e la vince. Chi conosce il calcio sa che le vere squadre vengono fuori alla distanza e quindi è probabile che le vere potenzialità vengano fuori anche tra un paio di mesi: l’importante rimanere in alto in classifica come ora perché sappiamo di poterci stare.

Ufficio Stampa Asd Forza e Coraggio Bn

CONDIVIDI