La Forza e Coraggio rifila un poker al Vitula

48

Nel turno infrasettimanale di campionato, poker della Forza e Coraggio in casa contro il Vitulazio che assieme al Real San Nicola occupa l’ultima posizione del girone A di Promozione campana.
E dire che gli ospiti erano partiti pure bene con un’occasione al 4′ incredibilmente sciupata da Rosi che lanciato sul filo del fuorigioco da Ievoli, si ritrova in area a tu per tu con Curcio G. che esce sui piedi del giocatore avversario, Rosi alza la sfera di destro per indirizzarla all’incrocio, ma la mira è sballata e il pallone finisce fuori.
Alla prima azione utile, la Forza e Coraggio punisce immediatamente il Vitula: al 15′ l’azione parte dalla destra con Romano che entra in area e calcia in porta, Perrotta respinge ma Magliulo come un falco ribadisce in rete per l’1-0.

Al 20′ occasione per pareggiare per il Vitula che può usufruire di un calcio di punizione dal limite (qualcuno dei tifosi ospiti voleva persino il rigore…), sulla palla Rosi che calcia alto sulla traversa. Un minuto più tardi il portiere della Forza e Coraggio, Curcio G, si avventura in un pericoloso dribbling in area stesso su Rosi, ma per sua fortuna riesce a superarlo e a passare ad un compagno. Brividi per la retroguardia giallorossa.

Al 29′ azione della squadra di casa sulla destra: triangolo tra Magliulo e Romano con quest’ultimo che mette in mezzo per Catania che in scivolata calcia in porta, Perrotta para la conclusione. Al 36′ tiro da fuori area da parte di Geloso del Vitula, palla che scende oltre la traversa, sarebbe stato un bel gol se la palla avesse curvato prima la sua direzione.
Sul finire della prima frazione, al 43′ arriva il raddoppio di Magliulo: lancio lungo sulla destra per Romano, palla rasoterra sul secondo palo, Magliulo di prima mette la palla all’angolino dove Perrotta non può arrivare. Il primo tempo si chiude così sul 2-0.

Nella ripresa il Vitula da sfoggio del proprio orgoglio e al 7′ arriva vicino al 2-1: punizione di Rosi diretta sul secondo palo dove per poco non ci arriva Abate di piatto destro. Dopo un tiro a giro di sinistro da parte di Romano effettuato al 10′ della ripresa, e che finisce a lato, il Vitula ha l’opportunità di ridurre le distanze con un calcio di rigore al 17′ sopraggiunto per atterramento di Gheremedin da parte di Curcio G. Il portiere dice all’arbitro di aver ritratto le mani sull’arrivo dell’attaccante del Vitula, ma il direttore di gara è irremovibile. Sul dischetto va Rosi ma il suo tiro rasoterra è debole e pressoché centrale, a Curcio G. non serve nemmeno tuffarsi più di tanto per bloccare la facile conclusione. Occasionissima sprecata per il Vitula.

Dopo la consueta girandola delle sostituzioni, al 34′ arriva il gol del Vitula con Gheremedin che ricevuta palla dal neoentrato Mele dalla sinistra colpisce di piatto destro il pallone che sbatte prima sul palo e poi si insacca alle spalle di Curcio G. E’ la rete del 2-1 che riduce le distanze.
A questo punto, con dieci minuti più recupero a disposizione, il Vitula inizia a credere ad un pareggio, ma già al 40′ arriva un’altra rete della Forza e Coraggio che spezza le illusioni ospiti: Romano dalla destra mette in area per De Girolamo P., entrato da due minuti in campo, piatto destro sul quale Perrotta riesce solo a toccare ma non a deviare, ed è il 3-1.

De Girolamo P. ha poi l’opportunità di raddoppiare al 42′, ma il pallone che gli arriva sempre da Romano, viene deviato poi in angolo da un difensore. Sul corner a svettare più in alto di tutti è Orrei, ma Perrotta si supera ed effettua una gran parata distendendosi sulla sua sinistra. La rete che chiude l’incontro, quella del 4-1, arriva al 46′ in pieno recupero, con Caruso che da fuori area lascia partire un sinistro rasoterra che si insacca alla sinistra di Perrotta inutilmente proteso in tuffo.

Particolarmente apprezzabile e pulita la direzione di gara del signor Mazzeo, che se si eccettua un solo cartellino giallo comminato, ha preferito sempre il dialogo come misura preventiva per rabbonire i giocatori in campo, in più tutte le decisioni prese sono risultate più che giuste, ivi compreso il calcio di rigore poi fallito dagli ospiti. Unica pecca l’eccessivo uso del fischietto per chiamare falli sui quali poteva benissimo essere accordata la regola del vantaggio. Nel complesso è stata una gara molto corretta.
La Forza e Coraggio si porta quindi a 41 punti in classifica, ma con sole due giornate alla fine del campionato, resta in quel limbo della classifica che non permette di poter entrare in zona play-off, ma nemmeno di incappare nella famigerata zona play-out; zona che invece spera di poter acciuffare il Vitula ai danni del Real San Nicola, entrambe ultime a 10 punti.

(CLICCA QUI PER LA FOTO GALLERY)

Il tabellino:
Forza e Coraggio – Vitula 4-1
Reti: 15’pt Magliulo (F), 43’pt Magliulo (F), 34’st Gheremedin (V), 40’st De Girolamo (F), 45’+1’st Caruso (F).

Forza e Coraggio: Curcio G.; Fiscariello, Pagnozzi, Caruso, Curcio E., Orrei, Romano, Mazzariello, Magliulo (38’st De Girolamo P.), Marro, Catania (22’st Ciullo).
A disp.: Panza; De Girolamo F., Morganella, Ciampi, De Ieso.
All.: Mauro.

Vitula: Perrotta; Russo, Maggio, Geloso (29’st Presutto), Peluso, Abate (8’st Santoro), Della Valle, Di Lillo (22’st Mele), Ievoli, Rosi, Gheremedin.
A disp.: Veneziano; Nacca, Cuccari, Aversano.
All.: Geloso.

Arbitro: Sig. Alessandro Mazzeo della sezione AIA di Ariano Irpino.
Assistenti: Sigg. Carlo Barletta e Davide De Marco, entrambi della sezione AIA di Napoli.
Ammonito: 35’st Magliulo (F).
Angoli: 2-4 (Pt 0-3)
Recupero: Pt 1′, St 3′.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.