Fiscariello: «Un onore giocare con Lauro, futuro giallorosso con una speranza»

215

Un’altra stagione volge al termine. Mancano gli ultimi novanta minuti e poi anche questo campionato sarà storia. L’ennesimo con la maglia giallorossa per Alessandro Fiscariello, diventato ormai una bandiera della Forza e Coraggio e a segno questo pomeriggio nel match con l’Olimpia Casalnuovo.

«Eravamo partiti bene a inizio stagione, poi abbiamo mollato per un periodo», traccia un bilancio il difensore beneventano, «fino a qualche mese fa eravamo nelle parti alte della classifica, purtroppo ci siamo lasciati andare strada facendo. La nostra, però, è una famiglia e qui giochiamo soprattutto per divertimento. Certo, se avessimo centrato i play off sarebbe stato il giusto premio ai nostri sforzi e sacrifici».

Una famiglia nel vero senso della parola, come testimoniato dall’esordio di un’altra bandiera. «E’ stato un onore giocare con il “nonno” di questa famiglia. Scherzi a parte ho grande stima per Gerardo Lauro e poter scendere in campo insieme a lui è stato motivo d’orgoglio. Abbiamo avuto un nuovo capitano ed è stata una gioia. L’unico dispiacere è vedere Massimo Taddeo lontano dalla Forza e Coraggio, ha creato lui questa squadra ed è stato lui a portarmi in questa famiglia».

Il calendario, intanto, propone l’ultimo impegno stagionale contro il Villa Literno, dopo sarà tempo di pensare al futuro. «Prima di tutto bisognerà preparare il matrimonio perché a luglio mi sposo», confida e conclude Fiscariello, «la voglia di giocare è tanta, continuando a farlo sempre per divertimento. Il mio intento è quello di rimanere alla Forza e Coraggio, vedremo quali saranno i programmi societari e nel caso non ci saranno problemi. Sarebbe bello continuare con questo gruppo, con lo stesso staff tecnico e magari con qualche ritorno per puntare a qualcosa di importante».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.