Esordio con pareggio per la Rappresentativa Serie D al Viareggio

18
Finisce a reti inviolate l’esordio della Rappresentativa Serie D alla 68^ Viareggio Cup, costretta al pari dal Livorno nella gara della prima giornata del gruppo 8 disputata sul campo “Picchi-Banditella” di Livorno. La squadra di Gentilini, nonostante il predominio territoriale, non è riuscita a finalizzare le diverse occasioni da rete costruite soprattutto nel secondo tempo quando si è scrollata di dosso l’emozione dei primi minuti costringendo l’avversario a giocare prevalentemente nella propria metà campo. Da parte sua il Livorno può recriminare una grandissima palla gol nel primo tempo con Buselli, bravissimo Pini a compiere un incredibile intervento nell’unico tiro in porta della formazione amaranto. Si tratta del primo pareggio all’esordio in undici partecipazioni al torneo per la selezione LND che tra due giorni affronterà i danesi dell’Helsingor, reduce da una sconfitta di misura contro il Torino nell’altra gara del girone decisa da un gol di Berardi, l’anno scorso tra le fila della Rappresentativa.
“Guardando alle occasioni forse sono 2 punti persi, l’unica cosa che ci è mancata oggi è stato il gol – questo il commento di Gentilini a margine della gara – I ragazzi hanno grandi qualità, devono essere solo più convinti dei loro mezzi e scendere in campo con la giusta determinazione che serve in queste competizioni”.
Rappresentativa Serie DNel primo tempo abbiamo faticato un po’, forse traditi dall’emozione dell’esordio – ha ammesso il capitano AcquadroNella ripresa ci è andata male perché abbiamo prodotto tanto ma non siamo riusciti a concretizzare, nella prossima gara andrà sicuramente meglio a partire dall’approccio“.
Presenti sugli spalti a sostenere la squadra anche il Coordinatore ed il Segretario del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero e Mauro De Angelis, insieme al mister della nazionale U18 LND Francesco Statuto.

LA GARA – Squadra di casa nella tradizionale casacca amaranto, la Rappresentativa Serie D in maglia bianca. Al 2’pt Di Curzio è bravo a sfruttare un’uscita aerea difettosa di Romboli che non trattiene la palla ma l’attaccante fallisce il tap in vincente. Al 15’pt occasionissima sul versante opposto sugli sviluppi di una punizione respinta dalla difesa, il pallone viene riscodellato in area dove Buselli è liberissimo di calciare ma un miracolo di Pini gli nega la gioia del gol. Al 30’pt Musto raccoglie un invito in profondità dalla trequarti, l’attaccante mette la palla sul sinistro da ottima posizione ma il tiro è alto. Nella ripresa la squadra guidata da Gentilini riparte con un piglio più deciso riversandosi nella metà campo amaranto. Al 18′ è il subentrato Zanimacchia ad avere sui piedi la chance per portare in vantaggio la Rappresentativa ma incredibilmente sbaglia l’appoggio in rete sulla respinta di Romboli. Lo stesso portiere amaranto è protagonista poco più tardi con una grande parata su punizione calciata da Di Curzio dal limite dell’area. Al 33′ ci prova anche il capitano Acquadro ma la sua conclusione finisce a lato per una questione di centimetri. Nei 5 minuti di recupero concessi dal signor Pashuku è la squadra in maglia bianca ad avere ancora due grandi occasioni per portare a casa i 3 punti: prima è Di Curzio a non trovare lo specchio con un elegante pallonetto alto di poco, poi è bravissimo Romboli a sventare una conclusione sporcata di Zanimacchia destinata ad infilarsi nel sette.

LIVORNO-RAPPRESENTATIVA SERIE D 0-0

Livorno (4-3-3): Romboli; Bartorelli, Bellemo, Benassai, Brizzi; Buselli, Cragno (dal 41’st Folegnani), Morelli; Poggi (dall’8’st Dell’Aversana), Testa, Cortopassi (dall’8’st Sagnini). A disp: Signorini, Bani, Ettajani, Annibale, Guastapaglia, Bardini, Cerri, Nigiotti, , Camarlinghi, Santini, Vittorini. All. Brondi.
Rappresentativa Serie D (4-4-2): Pini; Colonna, Reggiani, Calvanese, Tonini; Baldrighi (dal 24’st Alagia), Acquadro, Ngom (dal 14’st D’Ambrosio), Rusconi (dal 1’st Zanimacchia); Musto (dal 14’st Fall), Di Curzio. A disp: D’Avino, Tiraferri, Ferrari, Galullo, Schiaroli, Miccichè, Boem, Borgarello, Moccia, Barsottini, Senesi. All.Gentilini
Arbitro: Pashuku

Note: ammoniti Cragno (L), Buselli (L); angoli 2-7; tiri 3-13/in porta 1-5; recupero 0’pt e 5’st

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...