Risultato ad occhiali in quel di Empoli, il Benevento rimanda la matematica promozione

72

Il Benevento rimanda la festa promozione ad Empoli dove impatta con un risultato ad occhiali, non riuscendo quindi a bissare la vittoria della precedente trasferta di Cremona. Tra i migliori Montipo’ e la difesa, in avanti i migliori risultano Sau e Improta. Male Insigne e Moncini.

montipo'MONTIPO’ 7 – E’ una vera e propria saracinesca, anche quest’oggi si fa trovare sempre pronto ogni qual volta viene impegnato, dà fiducia a tutta la squadra e si conferma uno dei migliori in questa storica stagione per i giallorossi.

MAGGIO 6,5 – Solita partita generosa e di esperienza, con le buone o con le cattive si fa sempre valere, soprattutto su Tutino con cui ingaggia un vero e proprio duello. [dall’84’ LETIZIA SV]

TUIA 6,5 – Cambiano gli interpreti al centro della difesa beneventana ma il risultato è sempre lo stesso, da quella parte non ce ne è per nessuno.

CALDIROLA 6,5 – Esperienza e forza fisica al servizio della squadra, questa è l’ennesima partita in cui dimostra di meritare palcoscenici più elevati. Assieme a Montipo’ è una delle costanti positive di questo Benevento.

BARBA 6 – In fase difensiva si fa superare raramente, dando anche lui fiducia e sicurezza al resto del reparto. Piccola pecca: sulla fascia non dà un apporto concreto in fase offensiva come invece faceva spesso Letizia.

hetemajHETEMAJ 6,5 – Solito lottatore in mezzo al campo, se Maggio duella con Tutino, il suo avversario è Henderson con cui si batte durante tutta la gara. Va anche vicino alla rete della serie A sul finale della partita a recupero quasi concluso, con l’ex Brignoli che si supera difendendosi in angolo. Un giocatore così farebbe comodo a qualsiasi squadra.

SCHIATTARELLA 6 – Meno in evidenza rispetto alla precedente trasferta di Cremona, ha però una grossa attenuante: stavolta il centrocampo sannita deve limitarsi a controllare quello avversario senza avere occasione di creare, ha comunque il merito di non perdere neanche un duello lì in mezzo.

TELLO 6 – In apertura di partita salva Montipo’ su una conclusione a colpo sicuro dell’ex Ciciretti, per il resto partita ordinata e pulita; ammonito a 20′ dalla fine Inzaghi lo sostituisce con Del Pinto. [dal 74′ DEL PINTO 6 – Poco tempo per lui di mettersi in evidenza, resta comunque fondamentale nel dare una ulteriore mano in difesa sugli assalti finali dell’Empoli]

INSIGNE 5 – Abbastanza spento rispetto alle ultime uscite dove si era sempre distinto con gol belli e decisivi, stavolta sembra stanco e appannato, dimostrando anche una punta di nervosismo quando viene sostituito nel finale. [dall’88’ KRAGL SV]

MONCINI 5 – Non ha molte palle da giocare lì davanti, in più si trova in una morsa tra Maietta e Romagnoli, quasi nullo il suo apporto alla causa, si vede giusto quando rientra per dare una mano in fase difensiva. [dall’84’ CODA SV]

SAU 6,5 – In fase offensiva è stato il giallorosso che si è mosso meglio, l’unico ad avere degli spunti concreti che hanno creato più di un grattacapo alla difesa empolese; nella ripresa Antonelli gli strozza l’urlo della gioia del gol con una grande chiusura in area. [dal 74′ IMPROTA 6,5 – ribadisce la sua caratteristica peculiare di questa annata, entrando a partita in corso per spaccare la partita con i suoi allunghi decisivi e a volte anche gol determinanti. Stasera ci va molto vicino, aiutandosi con un mezzo fallo su Fiamozzi, ma la sua conclusione finisce letteralmente in bocca a Brignoli.]

Il tabellino:
Empoli – Benevento 0-0

Empoli (4-3-3): Brignoli; Fiamozzi, Maietta, Romagnoli, Antonelli (80′ Balkovec); Henderson, Ricci (29′ Stulac), Frattesi (69′ Zurkowski); Ciciretti (46′ Bajrani), Tutino; Mancuso (69′ Moreo).
A disp: Branduani, Perucchini; Nikolaou, Sierralta, Pinna, Gazzola; Bandinelli.
All.: Marino.

Benevento (4-4-2): Montipo’; Maggio (84′ Letizia), Tuia, Caldirola, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Tello (74′ Del Pinto); Insigne (88′ Kragl); Moncini (84′ Coda), Sau (74′ Improta).
A disp.: Manfredini, Gori; Rillo, Pastina, Gyamfi; Basit, Di Serio.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Ivano Pezzuto della sezione AIA di Lecce.
Assistenti: Sigg. Pietro Dei Giudici della sezione AIA di Latina e Francesco Fiore della sezione AIA di Barletta.
Quarto uomo: Sig. Daniel Amabile della sezione AIA di Vicenza.
Ammoniti: 9′ Ricci (E); 57′ Henderson (E), 70′ Tello (B)
Angoli: 5-2 (Pt 3-1)
Recupero: Pt 3′; St 6′.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.