Dopo quattro successi di fila si ferma la Mario Simaldone, nel derby con l’Avellino.

160

CUS AVELLINO- MARIO SIMALDONE  8-4  (3-0)

CUS AVELLINO:Lepore, Milito, Balestrieri, Di  Marzio, Lanzetta, Venezia, Erba, Rizzo, Tramice, Galeotafiore, Parente, Esposito. All. in 2ª Pasculli (Lamparelli squalificato)

MARIO SIMALDONE: Zollo, Serino, Di Fede, Soricelli, Pisani, Sparaneo, Pinto, Inserra, Donatiello, Catalano, Ficociello, Maio. All. Cocchiaro-Saginario

ARBITRI: Gallo (Castellamare di Stabia) e Ammaccapane (Sala Consilina)

RETI: 1’,12’pt. 8’ 30’st. Erba (CA), 1’ pt, 2’st’ Parente (CA), 6’ st. Milito (CA), 12’ st. Catalano (MS), 16’ st. Balestrieri (CA), 27’ e 29’ st Pinto (MS), 28’ st. Pisani (MS);

AVELLINO – Dopo Quattro vittorie consecutive ha un brusco stop il momento magico della Mario Simaldone che disputa un derby da dimenticare in fretta, lasciando I tre punti al CUS Avellino.

catalano pintoFin dalle prime battute la gara è senza storia e dopo appena un minuto il Simaldone stava sotto di due reti, i beneventani hanno un approccio alla partita fin troppo timido e non riescono mai a creare troppi problemi al portiere avversario, andando al riposo sotto di tre reti. Nella ripresa ancora una volta i primi minuti di gioco risultano fatali alla Mario Simaldone schierando lo stesso quintetto del primo tempo con la variante di Soricelli per Serino, ma i risultati sono sempre uguali, otto giri di lancette e tre reti in passivo. Sul 6-0 per il CUS il mister decide di cambiare qualcosa, e gli ospiti iniziano finalmente a creare qualcosa di positivo, ma è troppo tardi per rimettere in sesto la partita già compromessa nei primi 40’, c’è solo il tempo di rendere una sconfitta meno amara. Forse gli sforzi accumulati in questi giorni o meglio nelle ultime settimane hanno giocato un brutto scherzo a Pinto e soci, la speranza è quella di archiviare in fretta, questa brutta prestazione, contro un avversario comunque molto competitivo ed in piena lotta per un posto nei Play-Off.

FOTO: SANNIO CALCIO.IT

CONDIVIDI