Diary day 21 – Clipper Round the World

201

Fabrizio D'Aloia - QingdaoStanotte abbiamo “superato” l’equatore, la circonferenza massima della terra ortogonale all’asse tra i due poli.
L’evento e’ stato festeggiato con tanto di cerimonia del “battesimo del mare” officiata dal Dio Nettuno inpersonalizzato da Igor con tanto di tunica, corona, barba e baffi e ovviamente tridente.
Si sono sottoposti al rito tutti quelli che mai avevano attraversato l’equatore in barca e varcata la soglia d’ingresso del regno di Nettuno e dei sette oceani senza chiedere i suoi favori. Cioe’ tutti.
Nettuno visibilmente austero, ha confessato ogni peccatore chiedendo di dichiarare ogni peccato commesso in barca e di offrire qualcosa al suo altare sacrificale.
Quindi il rito vero e proprio, che e’ consistito nel cospargere il capo di ognuno con un mestolo prelevato da una pentola contenente una miscela esplosiva di liquidi e avanzi di cibo provenienti dalla cucina dal puzzo indescrivibile (sloap) per poi risciacquarla con un secchio di acqua di mare
prelevata al volo da Nettuno…
Grande delusione da parte di un membro dell’equipaggio (americano) che non ha trovato nessun cartello che indicasse l’equatore per poter fare una foto!! Gli ho suggerito di cogliere l’opportunita’ per trovare il modo di indicare l’equatore e richiedere 1 dollaro ad ognuno che desidera fotografarlo. Ci sta pensando.. !!
Al di la’ del significato simbolico ed emotivo, l’equatore e’ una realta’ fisica che separa l’emisfero boreale da quello australe ed e’ un punto di riferimento non solo per la geografia, ma anche per l’astronomia, la metereologia, la navigazione e tante altre discipline.
Particolarmente suggestivo e’ il fatto che l’abbiamo attraversato quasi in contemporanea all’equinozio che ricade oggi (21 settembre). Abbiamo fatto da “staffetta” tra emisfero nord e sud. Da oggi nel ns emisfero boreale le giornate saranno sempre piu’ corte, mentre in quello australe saranno sempre piu’ lunghe fino al solstizio d’inverno del 21 dicembre.
Quindi inizia qui la primavera mentre da noi inizia l’autunno. Quello che di piu’ bello sta avvenendo da qualche giorno pero’ e’ la metamorfosi della volta celeste. Cambia il pattern delle stelle.
Nuove costellazioni si affacciano ed altre scompaiono alla ns vista man mano che prosegue la navigazione da nord a sud a cavallo dell’equatore.
Presto anche la stella Polare lascera’ il posto alla Croce del sud per guidare i naviganti.
Si dice che nell’emisfero australe le stelle siano piu’ numerose e luminose.
Non so’ se si vero, so’ solo che e’ fantastico comprendere quanto sia piccola la terra, oscuro pianeta che orbita intorno ad una piccolissima stella tra i milioni di stelle che costituiscono la ns galassia e quanto sia piccola la ns barca sulla superficie dell’oceano.
Noi, un puntino, su un puntino oscuro che gira intorno ad un puntino luminoso tra miliardi di puntini luminosi dell’universo.
A pensarci fa quasi paura e ci rende tanto piu’ umani rispetto a quando sia con i “piedi per terra”.
Intanto prosegue la navigazione dura di bolina stretta e ora dopo ora sta stremando tutti.
Oggi inizia anche l'”Ocean Sprint”. Le prime tre barche che impiegheranno meno tempo ad attraversare il tratto di mare tra il 5′ e il 10′ parallelo Sud guadagneranno rispettivamente 3, 2 e 1 punto.
Inutile dire che ci proviamo con il massimo impegno… Tanto per distruggerci ancora di piu’!!!
In tutti oramai e’ iniziato il countdown to Rio e tutti invidiano Lmax, non perche’ e’ in testa, ma perche’ arrivera’ a Rio qualche ora prima di noi!!
Intanto difendiamo il ns secondo posto conquistato con incredibile sudore…
PS A cavallo dell’equatore ho gettato un messaggio a mare in un tubetto di Supradin. Curioso di sapere se, quando e dove sara’ ritrovato. Ho promesso una ricompensa di 50 euro o dollari a chi mi inviera’ una mail con una sua foto con il messaggio e l’indicazione di dove e’ stato ritrovato.
Se prima non finisce in bocca ad uno squalo o una balena…

CONDIVIDI