Totò De Vitis: «Verona favorito ma occhio al Benevento»

69

Toto’ De Vitis è stato uno dei simboli del Verona e nella sua carriera ha avuto modo di giocare al fianco di Marco Baroni proprio nella città di Romeo e Giulietta. Chi meglio di lui, allora, può provare a presentare l’atteso confronto di questa sera tra gli scaligeri e il Benevento allenato proprio dall’ex compagno di squadra.

Totò De Vitis 2«Sarà una partita aperta, il Benevento è consapevole di avere dei valori e il suo atteggiamento sempre propositivo lo dimostra», queste le parole di De Vitis rilasciate al quotidiano L’Arena, «proveranno a prendere l’iniziativa, la loro mentalità ormai è questa e Baroni fa bene ad andare avanti su questa strada. Il Verona è favorito perché gioca in casa e avrà dalla sua anche la spinta del pubblico che spesso risulta determinante. Il Benevento però non starà a guardare, Baroni ha gli elementi giusti per incidere anche in una partita così importante».

Gara aperta, dunque, e a deciderla potrebbero essere gli attaccanti: «Come sempre in questi casi è naturale andare dai più bravi, da chi ha anche l’abitudine a giocare in serate così. Quindi Romulo, Pazzini soprattutto, quelli capaci di fare la giocata giusta. Anche se gare così si vincono sempre di squadra. Ciciretti sarà il pericolo maggiore, uno con le sue qualità può spostare gli equilibri di una partita di Serie B ma incidere anche in Serie A. Il Benevento però ha anche Chibsah, Falco, Viola, l’esperienza di un attaccante forte come Ceravolo. E’ una squadra che non si trova nelle prime posizioni per caso».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.