De Falco: “A Chiavari importante entrare subito in partita”

21

De Falco

E’ finalmente pronto a dare il suo contributo alla causa. Andrea De Falco ha dovuto patire un inizio di stagione tormentato prima dalla squalifica e poi dall’infortunio, ma non vede l’ora di essere nuovamente protagonista.

Condizioni fisiche – “Sto bene, purtroppo il mio infortunio è capitato a cavallo di tre turni, sono felice di essere tornato a disposizione. Vedremo sabato chi giocherà e se sarò in campo. Per un motivo o per un altro ho saltato diverse partite e giocato benissimo. Quest’anno la stagione è iniziata un po’ male e devo dare qualcosa in più per dare il mio contributo. Avevo voglia di tornare in B con il Benevento e ora voglio godermela”.

Difficoltà del sintetico – “Non ho mai giocato a Chiavari, ma ho esperienza a Castellammare. E’ un vantaggio per la squadra di casa, diventa anche un fatto di abitudine giocarci. Dobbiamo essere bravi fin dal riscaldamento a capire distanze, rimbalzo e velocità della palla. Bisogna credere in ciò che facciamo perché in fondo è quella la cosa più importante”.

Morale del gruppo – “Pur essendoci stata questa sconfitta il morale resta alto. Siamo consapevoli di non aver fatto una buona partita, quello che ci rimproveriamo è proprio non aver approcciato bene la gara. Siamo tranquilli, stiamo bene e non ci demoralizziamo di certo. Dobbiamo solo lavorare e pensare gara per gara. Il campionato di B è molto fisico, tecnico ma anche mentale. Bisogna essere liberi mentalmente perchè le difficoltà ci saranno sempre”.

Obiettivo – “Siamo una buona squadra, ma la differenza in un campionato così lungo è la continuità. Ci sono squadre costruite per vincere e i valori più avanti verranno fuori. Noi sappiamo le nostre qualità, ma dobbiamo restare umili. Dobbiamo giocare come una neopromossa, non possiamo permetterci di pensare a qualcosa di impossibile. Sappiamo tutti qual è il nostro obiettivo, poi potremo pensare a tutt’altro”.

Virtus Entella – “Loro sono una squadra importante. Conosco le caratteristiche degli attaccanti, so quanta fame di gol hanno, conosco le loro qualità. Abbiamo tutte le carte per metterli in difficoltà, dobbiamo pensare soprattutto a quello che facciamo noi, e credere nel lavoro.Bisogna dare quel qualcosa in più che è mancato a Salerno”

Centrocampo – “Chibsah lo conosco dai tempi del Sassuolo, era un giovane che si è sempre dato da fare e ha sempre dimostrato di meritarlo. Buzzegoli è un centrocampista di spessore e averlo è molto importante per noi”

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...