Pagelle Crotone Benevento 4-1: risultato eccessivo per quello che si è visto in campo.

499

Crotone Benevento si conclude sul 4-1 per i padroni di casa, con sfortunato autogol di Glik, doppietta di Simy e primo gol in A per Vulic. Gol della bandiera giallorossa ad opera di Iago Falque, alla prima rete con il Benevento. Un risultato che fino al 2-0 era pressoché bugiardo, per ciò che si era visto in campo. Soprattutto per il gioco offensivo prodotto dal Benevento e sottolineato dai tanti calci d’angolo guadagnati. Il 3-0 di Simy taglia nettamente le gambe ai giallorossi di Inzaghi che fino a quel momento erano ancora in partita. Eccessivo il 4-0 di Vulic, la rete di Iago Falque attenua leggermente il passivo. Trasferta maledetta quella di Crotone per il Benevento, dopo il 3-0 subito l’anno scorso in B, a campionato già vinto.

MONTIPO’ 5 – Incolpevole sulle prime due reti del Crotone, fino al 2-0 il Crotone non si era reso assolutamente pericoloso, e il primo tiro della gara dei padroni di casa, era arrivato col 2-0 di Simy. Non interviene sul 3-0 perché pensa che Simy sia in fuorigioco mentre sul 4-0 non si aspetta il tiro da fuori di Vulic.

IMPROTA 5,5 – Inutile negare che seppur la duttilità del giocatore gli consente di giocare un po’ ovunque, quello di terzino destro è il ruolo che gli si addice di meno, soprattutto se non gli è concesso di fare le sue solite discese, aggiungiamo inoltre che nelle poche occasioni che gli sono capitate di fare capolino nella metà campo avversaria, i compagni non lo servono a dovere. Fa quel che può, e risulta comunque uno dei meno peggio della difesa. [dal 74′ IAGO FALQUE 7 – La sua sembra una “mossa della disperazione”, però alla fine il suo preciso e potente sinistro da fuori serve per le statistiche, per segnare il classico gol della bandiera, e magari potrà servire sia a lui che alla squadra per il futuro]

glikGLIK 4 – Giornata sfortunata per lui: nel tentativo di marcare Simy, su cross di Pereira dalla sinistra gli arriva la palla in testa e la deviazione fortuita finisce alle spalle di Montipo’ per l’1-0. Il 2-0 arriva con un suo “assist” involontario, su scivolata in anticipo su Riviere, la palla arriva a Simy che di piatto a tu per tu con Montipo’, lo batte per il 2-0. Prova in un paio di occasioni di rivalersi in attacco con qualche colpo di testa su calcio d’angolo, ma non ci riesce.

TUIA 5 – Simy e Riviere fanno il bello e il cattivo tempo nell’area avversaria, all’inizio sembra riuscire a tenere botta rispetto a Glik che “naufraga” nella prima parte di gara, poi piano piano che si va avanti, viene anche lui meno non riuscendo ad invertire la rotta e ad aiutare il compagno in difficoltà. [dal 74′ CALDIROLA 6 – Entra per rimettere minuti nelle gambe dopo il lungo infortunio. Sembra in palla, per quel poco che poteva essere utile sul 4-0 per gli avversari, e lo si vede anche andare in avanti sugli angoli. Una delle poche buone notizie di questa maledetta trasferta calabrese.]

BARBA 5,5 – Non gioca malissimo, mette anche dei buoni cross in mezzo dalla sua fascia sinistra, ma purtroppo non trova nessuno che possa beneficiarne. In fase difensiva anche lui fa quel che può. Il giallo che ha preso nella ripresa, lo fa andare in diffida, e questa non è mai una buona notizia.

HETEMAJ 5,5 – Al 45′ va vicino al gol del 2-1 con una grandissimo gesto tecnico su cross di Sau, con una semirovesciata di destro sulla quale Cordaz si supera mandando in angolo con la mano aperta. Meno grintoso e preciso rispetto alle precedenti gare, ha tra i piedi le migliori occasioni per il Benevento, ma o le fallisce, o gli avversari fanno miracoli.

IONITA 5,5 – Gioca al posto di Schiattarella, ovviamente non può replicare il gioco del compagno squalificato, e di questo ne risente in fluidità la manovra del Benevento. Ci prova di testa su uno dei tanti angoli a favore dei giallorossi, e prende un giallo per una mano data in faccia ad un avversario. [dal 66′ TELLO 6 – La sua entrata sul 4-0 mette un po’ più di pepe e dinamismo nella manovra giallorossa.]

DABO 5,5 – Questa era una partita che poteva essere nelle sue corde, dato che è dotato sia di fisicità che di una discreta tecnica di base. Purtroppo la sua prestazione si accoda a quella dei compagni di reparto, seppur a fronte di una non eccelsa prestazione dei dirimpettai avversari. Prende un giallo per proteste.

INSIGNE 5 – Ha la grandissima colpa di sbagliare un grande assist di Lapadula che lo mette a tu per tu con Cordaz, sparando la palla addosso al portiere avversario; nella stessa azione si fa anche male ed è costretto ad uscire anzitempo. [dal 40′ CAPRARI 5,5 – Entra sul 2-0 per concretizzare il gioco del Benevento, ma non riesce a pungere più di tanto. Va al tiro solo su una punizione, tiro sballato che finisce fuori.]

SAU 4,5 – Sfiora il gol all’inizio, batte diversi angoli senza però essere d’aiuto per i compagni, dai suoi piedi arriva anche l’assist per la semirovesciata di Hetemaj, ma senza esito positivo per paratona di Cordaz. Esce a metà della ripresa e mentre esce viene espulso per proteste. [dal 66′ DI SERIO 6 – La sua entrata solleva Lapadula dall’incombenza di vedersela da solo contro tutta la difesa avversaria.]

LAPADULA 6 – Sul 2-0 avversario, è bravo ad anticipare Golemic e ad andare in porta dando palla a Insigne che si mangia il gol, sugli sviluppi dell’azione, non è abile a calciare con sicurezza in porta, e di destro manda a lato. Con l’entrata di Di Serio si allontana dal centro dell’area e cerca di giocare più di rifinitura per i compagni.

Il tabellino:
Crotone – Benevento 4-1
Reti: 4′ aut. Glik (C), 28′ Simy (C), 54′ Simy (C), 64′ Vulic (C), 82′ Iago Falque (B)

Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Magallan; Rispoli (80′ Mazzotta), Messias, Zanellato (84′ Rojas), Vulic (80′ Petriccione), Pereira (80′ Luperto); Simy, Riviere (70′ Eduardo Henrique).
A disp.: Festa, Crespi, Cuomo, Crociata, Siligardi, Ranieri, Mignogna.
All.: Stroppa.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Improta (74′ Iago Falque), Tuia (74′ Caldirola), Glik, Barba; Dabo, Ionita (66′ Tello), Hetemaj; Insigne (40′ Caprari), Sau (66′ Di Serio); Lapadula.
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Basit, Viola, Maggio, Foulon, Pastina.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Simone Sozza della sezione AIA di Seregno.
Assistenti: Sigg. Marco Bresmes della sezione AIA di Bergamo e Manuel Robilotta della sezione AIA di Sala Consilina.
Quarto uomo: Sig. Federico Dionisi della sezione AIA di L’Aquila
VAR: Sig.Luigi Nasca della sezione AIA di Bari.
Assistente VAR: Sig. Pasquale De Meo della sezione AIA di Foggia.
Ammoniti: 44′ Ionita (B); 62′ Inzaghi per proteste (All. BN), 71′ Barba (B), 83′ Dabo (B), 87′ Messias (C)
Espulso: 68′ Sau espulso una volta sostituito (B)
Angoli: 4-13 (Pt 1-8)
Recupero: Pt 3′; St 3′.

Le azioni dei gol:

4′ Cross di Pedro Pereira dalla destra, Glik nel tentativo di marcare Simy, tocca di testa il pallone e beffa con uno dei più classici autogol il compagno Montipo’. 1-0 per i padroni di casa.

28′ Contropiede crotonese sugli sviluppi di un angolo, la palla arriva al centro per Riviere, Glik nel tentativo di anticiparlo in scivolata, “passa” inavvertitamente la palla a Simy che di piatto batte Montipo’ in uscita. 2-0. Risultato non bugiardo, bugiardissimo.

54′ Pereira ruba palla a Sau e serve in area Riviere, che si gira e crossa per Simy, piatto destro dell’attaccante nigeriano in anticipo su Barba e Montipo’ subisce il terzo gol.

64′ Vulic parte dal settore sinistro dell’attacco, si accentra e calcia con il destro lasciando impietrito Montipò 4-0.

82′ Angolo per il Benevento, sugli sviluppi dell’azione, la palla arriva a Iago Falque appostato fuori area al vertice destro dell’area, il suo potente sinistro viene deviato leggermente dalla difesa crotonese e finisce in porta. 4-1 e gol della bandiera per i giallorossi.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.