Coppa Italia Lega Pro: Latina-Benevento 2-0. Latina in semifinale.

427

Reti: 43′ pt Burrai (rig.), 39′ st’ Jefferson.

Latina: Ioime, Bruscagin, Burrai (5’ st Milani), Cottafava, Agius, Cafiero, Pagliaroli, Barraco, Agodirin (16’ st Jefferson), Ricciardi, Angelilli (29’ st Tortolano).
A disp.: Forzati, Casale, De Giosa, Peressini.
All.: Pecchia
 
Benevento: Mancinelli, Pedrelli, Signorini, Siniscalchi, Anaclerio, D’Anna, Rajcic, Davì, Buonaiuto (43’ pt Baican), Germinale (24’ st Marchi), Altinier (10’ st Cipriani).
A disp.: Rinaldi, Damo, Varricchio, Chiariotti.
All.: Ugolotti

Arbitro: Sig. Giovani di Grosseto
Ammoniti: Milani, Agius (L); Rajcic, Signorini, Siniscalchi,  Anaclerio, D’Anna, Pedrelli (B).
Espulsi: Mancinelli (B)al 42′ pt.
Recupero: Pt 3’; St 4’.
Spettatori paganti: 529.

Giallorossi sempre più in crisi: dopo il campionato fin qui deficitario, il Benevento stecca anche in coppa.

Sebbene il Benevento avesse ben due risultati su tre per passare il turno e approdare alle semifinali di Coppa Italia di Lega Pro (dopo ben 4 anni dalla prima volta, quando poi il Benevento arrivò addirittura in finale contro la Bassano Virtus), un episodio a fine primo tempo ha cambiato completamente il volto di una partita in cui inizialmente il Benevento era andato anche vicino al gol del vantaggio in più di un’occasione; la disattenzione difensiva di Siniscalchi che si è lasciato sfuggire Pagliaroli, ha quindi costretto l’estremo difensore Mancinelli a commettere un fallo da rigore, venendo poi espulso dal direttore di gara.
Come già sottolineato da altri colleghi, questa espulsione è da record per il secondo portiere giallorosso: dopo quella di domenica in campionato a Nocera, dalla panchina, tre giorni dopo ne arriva un’altra in coppa.
Burrai dal dischetto non sbaglia, spiazzando il subentrato Baican, e si va al riposo sull’1-0 per i padroni di casa.

Nella seconda frazione di gioco, in inferiorità numerica, il Benevento parte forte alla ricerca dell’agognato gol del pareggio (e della qualificazione), e mette in seria difficoltà i padroni di casa, a metà ripresa un altro episodio discusso: tocco di mano in area di Barraco, su un calcio di punizione dal limite calciato dal Benevento; la terna arbitrale non se ne avvede e a farne le spese con le ammonizioni sono il capitano D’Anna e Rajcic.
Successivamente in contropiede il Latina ha l’opportunità di raddoppiare, ma le spreca; raddoppio che arriva poi a pochi minuti dalla fine con Jefferson a cui basta solo appoggiare in rete dopo una splendida azione di Tortolano sulla sinistra.
La partita è virtualmente conclusa, con il Latina che rischia di dilagare sempre con Jefferson.
Al triplice fischio resta tanto amaro in bocca per il Benevento e per quei suoi pochi tifosi avventuratisi in trasferta infrasettimanale, nonostante impegni, freddo e caro biglietti. A loro va tutta la nostra solidarietà.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.