Consueto giovedì di allenamento per i Sanniti Five Soccer.

171

Salvatore NapolitanoLa formazione di mister Pellegrino ha disputato una seduta con amichevole contro la Virtus San Nazzaro, formazione allenata da mister Marcello Camerlengo. Le due società, da sempre unite da ottimi rapporti, si sono affrontate per testare la preparazione in vista dei rispettivi impegni di campionato. La formazione giallorossa del presidente Ricciardi sarà di scena in quel di Marigliano contro lo Spartak. A parlare della prossima trasferta dei Sanniti il pipelet Salvatore Napolitano, arrivato quest’anno alla corte di mister Pellegrino e da subito diventato un elemento importante all’interno del gruppo giallorosso nonostante l’agguerrita concorrenza per il posto da titolare:

Non mi sarei mai aspettato di essere ancora a zero punti dopo quanto fatto vedere fino ad ora. Certo abbiamo sempre perso ma chi ha visto le nostre partite sa anche come abbiamo perso: abbiamo sempre perso per episodi, compreso le partite contro le migliori della classe, giocando sempre alla pari se non addirittura meglio degli avversari e venendo poi condannati da una palla persa o da una circostanza sfavorevole. Nel calcio vincere le partite è anche questione di fortuna e quando girerà dalla nostra parte rimetteremo in sesto il nostro campionato. Siamo a dicembre e ormai i complimenti non ci bastano più: vogliamo e dobbiamo fare punti. Sono uno degli ultimi arrivati e devo ringraziare la società e i miei compagni che mi hanno fatto immediatamente sentire a casa pur essendo io avellinese di nascita e di fede calcistica: lo sfottò nello spogliatoio non manca mai ed è divertente punzecchiarsi con i compagni. Io e Biele? Donato è un ragazzo splendido e abbiamo un ottimo rapporto. Ci conoscevamo già per esserci affrontati varie volte e la stima che c’era prima sta diventando una bella amicizia. Ci sentiamo coperti l’uno dall’altro e quindi la fiducia tra di noi è davvero tanta. Ora dobbiamo solo concentrarci e tornare da Marigliano con qualche punto in più in classifica”.

CONDIVIDI