Conferenza stampa pre Monza – Benevento

155

Dopo l’ultimo allenamento effettuato in giornata, mister Carmelo Imbriani si è presentato in sala stampa per le domande di rito dei giornalisti.

Carmelo Imbriani:
La squadra sta benissimo, Pintori e Altinier in verità sono un po’ acciaccati: Pintori ha fatto un po’ d’allenamento a parte con Galliano (N.d.A.: fisioterapista della squadra), non si sa se ce la farà, domani mattina proverà nella rifinitura prima della partenza per Monza; Altinier ha un risentimento muscolare, anche per lui si vedrà domani mattina.

Se Pintori non dovesse farcela, penso a Sy (che ha fatto un grande quarto d’ora domenica) o Kanouté come alternative, perché Falzarano e Carretta sono attualmente infortunati.
Al posto di Altinier invece ci sarebbe Montini, anche se quest’ultimo ha un modo diverso di giocare visto che difende più palla, mentre Altinier va più in profondità. Piuttosto io e Martinez abbiamo qualche dubbio tra Grauso e Rajcic, giocherà chi starà meglio.
Voi pensate che sia stato solo un esperimento, ma io penso che il ruolo di D’Anna sia proprio quello. Ho giocato esterno tanti anni, e quindi so quanto si spende in termini di energia, e D’Anna ha i movimenti e le qualità adatte per giostrare come terzino destro.

Da parte di tutti c’è grande voglia, entusiasmo e serenità, domani prepareremo meglio la partita, oggi abbiamo lavorato più sui nostri schemi; essendo una settimana “corta” per studiare questa partita, sarà più difficile delle precedenti.
Nonostante tutto penso che faremo comunque una buona gara, cercheremo di giocare più possibile palla a terra e difficilmente faremo cambi di gioco, se non quando saranno strettamente necessari.
Dicono che il Monza giochi con un 3-4-1-2, ma quando si difende si schiera con un 5-4-1. Spero che giochino e che non si chiudano, altrimenti avremo delle difficoltà; da parte nostra ci prepareremo con un piano A e un piano B.

Su Vacca posso dirvi che lo conosco sin da quando era più piccolo, so cosa può darmi, e mi aspetto molto da lui, visto che ha le qualità per mettere in difficoltà gli avversari, negli ultimi allenamenti lo abbiamo sottoposto a diversi esercizi di smarcatura, perché si preoccupa troppo della marcatura a uomo.

A Monza rivedrò Davide Cattaneo, un grande amico sia mio che della mia famiglia, visto che c’è molto affetto. Distaccarci è stato più facile per noi che non per le nostre mogli che si frequentavano spesso. Quando ci incontreremo lo abbraccerò, anche se spero che alla fine i tre punti vadano a noi, come è andata a Ferrara quando ho rivisto Agnelli.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.