Colantuono non teme la bolgia del Vigorito: “Figuriamoci se possiamo averne paura…”

670

Giornata di vigilia e conferenze per il Bari di Stefano Colantuono. L’allenatore biancorosso ha presentato il match del Vigorito tributando anche un omaggio a Ciro, a cui è dedicato lo stadio: “Era l’addetto stampa dell’Avellino quando giocavo in Irpinia. Lo stadio è dedicato ad un amico vero”.

Sulla formazione l’allenatore dei galletti non annuncia stravolgimenti ma evidenzia un’assenza importante, quella di Raicevic.  “Fare previsioni prima non è mai facile. Noi abbiamo giocatori davanti di qualità, così come li ha il Benevento. Vedremo che partita sarà, l’abbiamo preparata bene entrambi. Credo sia una gara importante, ma non dobbiamo andare oltre il guado, altrimenti diventa da dentro o fuori, e noi fino a maggio giocheremo altre sfide dello stesso tenore. Questa riveste un fascino diverso ma dobbiamo essere bravi a capire l’importanza di questa gara senza caricarla. Gli assenti? Oltre a quelli già noti c’è da segnalare Raicevic” 

Il clima del Vigorito si preannuncia ostile: “Non abbiamo paura del pubblico. Figuriamoci se possiamo avere noi un problema con gli stadi pieni. Al Benevento nessuno ha chiesto questo tipo di campionato. Società e allenatore sono stati bravi a creare i presupposti. Tre neopromosse sono nelle posizioni di vertice, questo significa che la programmazione e l’oculatezza premiano. Probabilmente perché in queste piazze non c’è l’assillo di vincere”;

Sul problema trasferte: “E’ ora di attrezzarci per vincere una partita fuori casa. Per fare un campionato di vertice è indispensabile. La stessa squadra in casa ha dimostrato con chiunque di giocarsela alla pari, spesso e volentieri ha vinto”.

Dichiarazioni tratte da tuttobari.com

 

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...