Catellani teme il Benevento e un attaccante: “Ma ce la giocheremo”

125

Il periodo complicato vissuto a Carpi sembra essere ormai alle spalle. Andrea Catellani è ripartito da Chiavari, decidendo di sposare a gennaio la causa della Virtus Entella. Con la maglia ligure ha già messo a segno due reti e adesso è pronto a sfidare il Benevento. Ai giallorossi ha già fatto male in stagione, realizzando il gol del pareggio nel girone di andata quando ancora giocava in Emilia.

Sicuramente è iniziato tutto col piede giusto, sia a livello personale che di squadra. Ho visto un gruppo in crescita che sta facendo ogni partita un passettino in più. Contro il Benevento dobbiamo confermare il nostro periodo buono“, ha dichiarato l’attaccante di Reggio Emilia a tuttoentella.

Ho giocato a Benevento con la Reggiana dieci anni fa e già in C2 lo stadio era molto caldo, era bello giocarci. Immagino che, con l’entusiasmo del momento, sarà tutto in un certo senso ancora più grande. Sappiamo di affrontare una squadra guidata da un grande allenatore e formata da un gruppo di ragazzi che merita quella posizione in classifica. Certo, noi faremo la nostra la partita e son certo che ce la giocheremo“, ha proseguito Catellani, “al Benevento toglierei sicuramente Ceravolo. Lo conosco, è un attaccante moderno che aggredisce gli spazi e non molla mia. Credo che ora abbia raggiunto la maturità e faccia la differenza in Serie B“.

Al “Ciro Vigorito” farà coppia con Caputo e insieme proveranno a fare breccia nella retroguardia sannita: “Dico la verità. In ormai più di 10 anni di carriera e di compagni in attacco, non ho mai avuto un partner come lui sia sotto l’aspetto tecnico sia sotto l’aspetto umano. Lo stimo molto, è un ragazzo che si allena molto, arriva per primo al campo ed è un esempio per tutti“.

Leggi l’intervista integrale

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.