Catanzaro – Benevento 1-2. Tabellino e commento.

384

Reti: 15′ Germinale (B), 42′ Papasidero (C), 81′ Montini (B).

Catanzaro (3-4-2-1): Pisseri; Narducci, Sirignano, Papasidero; Mariotti (dal 81’ Marino), Benedetti, Quadri, Squillace; D’Agostino (dal 71′ Carbonaro), Carboni (dal 62’ Cruz); Fioretti. A disposizione: Faraon, Orchi, Maisto, D’Alessandro.
All.: Cozza

Benevento (4-3-1-2): Mancinelli; Pedrelli, Mengoni, Signorini, D’Anna, Rajcic (77′ Montini), De Risio (39′ Davì), Montiel; Mancosu; Germinale (67′ Altinier), Marchi.
A disp.: Baican, Anaclerio, Rinaldi, Buonaiuto.
All.: Martinez

Arbitro: Sig. Davide Ghersini di Genova.
Assistenti: Sigg. Antonino Santoro e Giuseppe Tudisco, entrambi di Catania.
Ammoniti: Quadri (C), De Risio (B), Rajcic (B), Sirignano (C), Mariotti (C), Germinale (B), Pedrelli (B), D’Anna (B), Signorini (B).
Angoli: 7-3 per il Catanzaro.
Recupero: Pt 2’; St 4’.
Spettatori: 5000 circa, di cui 1983 abbonati. Presenti circa 70 tifosi ospiti.

Catanzaro, Stadio Ceravolo, domenica 16 settembre 2012.
Il Benevento dopo aver subito per larghi tratti dell’incontro il gioco del Catanzaro, riesce nell’impresa di espugnare per la seconda volta nella propria storia il Ceravolo. Come già ricordato in settimana, la precedente vittoria sempre con un gol di scarto (0-1 gol di Corrado Baglieri), era datata 28 settembre 1997. Oggi come allora, il Benevento porta a casa i tre punti nel mese di settembre, e se diamo uno sguardo alla classifica della scorsa stagione , i giallorossi hanno anche ben 6 punti in più! Ma a essere sinceri, se non fosse stato per la penalizzazione di -6 per la vicenda Paoloni, il Benevento targato 2011-12 avrebbe avuto 7 punti, quindi uno in più della stagione attuale.

Ma lasciamo perdere per un attimo le mere statistiche, ciò che conta è che il Benevento sia riuscito nell’impresa di tornare a casa con il massimo della posta in palio. Come detto a inizio articolo, il Catanzaro ha fatto sì la partita, avendo ben più occasioni degli ospiti, ma quest’ultimi hanno capitalizzato al meglio le poche occasioni avute, concretizzandole meglio dei padroni di casa, che a dir la verità avevano trovato anche il gol del raddoppio a inizio ripresa, poi annullato per un giusto fuorigioco da uno dei due assistenti.
A creare maggior pericoli alla porta sannita, è stato proprio Mancinelli che quasi mai è stato sicuro nelle proprie uscite (difatti il gol annullato era stato segnato dopo un’uscita a farfalle del portiere giallorosso), ma alla fine il resto della retroguardia ha tolto le castagne dal fuoco al proprio estremo difensore.

Con questa vittoria il Benevento, sale al secondo posto in classifica; appaiato dal sorprendente Latina, ed entrambe le squadre alle spalle del Perugia dell’ex capitano Clemente.
La prossima partita sarà il derby casalingo contro l’Avellino, che verrà disputato in anticipo questo venerdì, con diretta tv su Sportitalia.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.