Campana Futsal dimentica Calvi battendo il San Nazzaro. Parola al capitano De Angelis.

32

La Campana Futsal ha battuto il Virtus San Nazzaro per 5-0, tornando alla vittoria dopo Calvi. Le reti sono state ad opera di Abate nel primo tempo; e di Ciampino, Lanni, il portiere Ecravino su rilancio con la squadra avversaria che stava tutta in attacco con portiere di movimento, e infine in pieno recupero la rete di De Angelis. Ne abbiamo approfittato per scambiare quattro chiacchiere con due dei protagonisti in grigionero: il capitano Domenico De Angelis e Michele Della Marca. Parola quindi per primo a chi indossa la fascia sul terreno di gioco.

campana futsalDopo il passo falso di Calvi, siete tornati ai tre punti in casa contro il San Nazzaro. Una partita facile sulla carta, e sul campo come è stata?
Non è stata assolutamente facile perché il San Nazzaro è una squadra ben organizzata con un allenatore, Remo Catalano, che cura bene la fase difensiva e non lascia nulla al caso. Siamo scesi in campo concentrati e abbiamo messo la partita sul binario giusto proprio per riscattarci della brutta prestazione offerta contro il Calvi.

Come spesso accade, da buon capitano hai dato il tuo aiuto in campo con un gol, a darti una mano ci ha pensato anche Della Marca con due assist, “usurpando” un po’ quello che è il tuo ruolo di assistman principe della squadra. Contro il Calvi era assente, pensi che se ci fosse stato qualcosa poteva andare diversamente?
Sicuramente Michele ci avrebbe dato una grande mano, ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Bisogna essere onesti e dire che il Calvi ha giocato molto meglio di noi ed ha meritato la vittoria. Per quanto mi riguarda, mi piace sfornare assist per i miei compagni e se non avessi trovato Alfonso Lanni in giornata no, a quest’ora avevo anche 3 assist in più.

Ora la prossima sarà contro il Palazzisi, l’anno scorso avete vinto con un solo gol di scarto,  trovaste anche un campo piccolo rispetto al vostro e una temperatura proibitiva che forse influì sulla vostra prestazione. Insomma completamente opposto al vostro campo, largo e al chiuso. Piccola curiosità, a parte le due gare col San Nazzaro, quest’anno avete sempre vinto contro squadre irpine.
L’anno scorso giocammo contro il Palazzisi con una temperatura quasi proibitiva, 1 grado, e campo quasi ghiacciato! Il campo piccolo non è un problema perché ci adattiamo sempre al meglio, bisogna solo scendere in campo con la giusta mentalità e dare sempre il massimo! Il Palazzisi è una buona squadra, organizzata e ben messa in campo e speriamo che la tradizione contro squadre irpine continui anche questa volta.
campana futsalConclusa la chiacchierata col capitano, facciamo un paio di domande anche a Michele Della Marca, tra l’altro anche lui del San Nazzaro come Maiello e Abate, intervistati la scorsa settimana.
Nella sconfitta contro il Calvi eri assente, e al tuo ritorno in squadra, contro il San Nazzaro, hai portato la squadra alla vittoria grazie al tuo apporto di due assist. Pensi che se fossi stato presente nella partita precedente qualcosa sarebbe cambiato?
Si, magari sarei riuscito a dare qualcosa in più alla squadra e soprattutto un cambio in più… ma al di là di tutto il Calvi ha meritato di vincere contro di noi.
Archiviato il San Nazzaro, la prossima sarà una trasferta a Palazzisi: l’anno scorso la vittoria arrivò per un solo gol di scarto, con una tua doppietta. Pensi di poterti ripetere?
Quello del Palazzisi è sempre stato un campo difficile, e credo che continuerà ad esserlo, noi però dobbiamo pensare solamente a confermarci, ripetendo le buone prestazioni fatte contro Virtus Irpinia e Virtus San Nazzaro. Se lo faremo fino a fine campionato, poi dovremo solo valutare la posizione in classifica e vedere per quale tipo di gironi nella seconda fase verremo assegnati.
CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.